Angels

ANGELS – ANGELI 

Angelo di luce,
credevo che fossi il mio salvatore 
nel momento del bisogno.
Accecata dalla fede,
non sono riuscita a sentire i sussurri
e gli ammonimenti così chiari.
Ho visto gli angeli
e li ho accompagnati alla tua porta,
ma non c’è più via di fuga.
Nessuna pietà. Non più.
Non provo nessun rimorso,
perché ancora ricordo tutto il male che mi hai fatto.
Hai strappato via il mio cuore.
Mi hai ingannata sin dall’inizio.
Mi hai promesso sogni che ho sperato potessero avverarsi,
ma hai infranto la promessa
e mi hai fatto capire che era tutta una bugia.
Angelo di luce,
non avevo capito le tue intenzioni malvagie,
né ciò che provavi per me.
Angelo caduto, dimmi perché?
Per quale motivo?
La trave è nel tuo occhio.
Poteva essere per sempre,
mentre ora siamo alla fine.
Il mondo può anche essere stato ingiusto con te,
ma questo non ti dà il diritto.
Avresti potuto scegliere un sentiero di vita diverso.

SAY MY NAME – PRONUNCIA IL MIO NOME

Pronuncia il mio nome,
così che sappia che sei tornato
e che resterai qui per un po’!
Oh, lascia che condividiamo i ricordi
che soltanto noi possiamo condividere!
Raccontami dei giorni prima che nascessi!
Di come eravamo da bambini!
Mi sfiori una mano
e questi colori prendono vita
nel tuo cuore e nella tua mente.
Ho attraversato i confini del tempo
e mi sono lasciata il presente alle spalle
per essere con te di nuovo.
Respiriamo.
Ricordi quando mi accarezzavi i capelli?
Non ne sei consapevole.
Le tue mani sono ferme
e non ti accorgi che io sono qui.
Fa talmente male!
Prego che presto tu possa tornare al luogo a cui appartieni.
Ti supplico! Pronuncia il mio nome!
Ricorda chi sono!
Mi ritroverai nel mondo del passato.
Sei di nuovo andato alla deriva, 
troppo lontano da dove mi trovo.
Quando mi domanderai chi sono?

FORSAKEN – ABBANDONATI

Il giorno è arrivato.
Questa volta siamo stati abbandonati.
Abbiamo vissuto la vita nel nostro paradiso,
come déi che modellano il mondo intorno a loro.
Non c’erano limiti.
Siamo rimasti indietro,
nonostante l’equilibrio fosse così fragile.
Pensavamo che avrebbe portato i suoi frutti.
Di poter riportare indietro le lancette,
ma le ore ancora scorrono via veloci.
Il nostro tempo è finito.
Il nostro futuro è morto.
Non ci sono più vie d’uscita.
Il giorno è arrivato.
Questa volta siamo stati abbandonati.
Non c’è più tempo.
La vita ci è passata accanto.
Siamo stati abbandonati
e siamo gli ultimi della nostra specie.
Il sacrificio era troppo grande per tenerlo nascosto.
La nostra avidità ci ha fatto tirare avanti.
Abbiamo rifiutato ciò che ci spaventava.
Ora è la fine del domani.
I mari hanno cominciato a ingrossarsi
e le terre che abbiamo conquistato verranno spazzate via.
Abbiamo provato a riportare indietro le lancette,
ma è stato tutto inutile.
Siamo stati abbandonati
e lasceremo soltanto rovine.

THE PROMISE – LA PROMESSA

In nome del suo amore
lei non dorme più.
La vita non ha più significato
e non c’è nulla che la trattenga.
Ha venduto la sua anima.
“Ti tenevo stretto e sei scivolato via.
Mi avevi promesso di ritornare da me
e ci avevo creduto”.
Dopo la notte in cui egli morì
ho versato tutte le mie lacrime,
ma il dolore è rimasto immutato.
Non volevo che morisse invano
e ho fatto la promessa di vendicare la sua anima col tempo.
Li farò sanguinare ai miei piedi!
A volte mi chiedo:
avrei potuto prevedere le loro intenzioni?
Il dolore è rimasto immutato
e darò loro la caccia fino alla fine.
Ho fatto la promessa di vendicare la sua anima col tempo
e li ho sorpresi uno dopo l’altro.

Lascia un commento