In distortion we trust

PLAY ME HARD (THE BACHELOR’S GUITAR) – SUONAMI DURO (LA CHITARRA DELL’UOMO DEI SOGNI)    

Sei così cattivo e la questione è sempre la stessa.    
Mi lasci in un angolo,    
sporca del sudore delle tue mani.    
Tiri le mie corde    
e poi ti chiedi perché sono sempre rotte.    
Mi consegni sempre all’abbraccio dei tuoi amici    
quando sei ubriaco.    
Sei un tale coglione!    
Ora ascolta questo:    
trattami con più gentilezza    
o la tua bambola diventerà pazza!    
Mi sento così scordata    
e presto i sentimenti spariranno per sempre.    
Allora ti pentirai delle cose che mi hai fatto,    
quando la tua vecchia bambola ti chiamerà.    
Avanti! Forza!    
Avanti! Suonami duro!    
So che non puoi resistermi.    
Alla fine sono io l’unica.    
Avanti! Suonami duro!    
Sei così cattivo e la questione è sempre la stessa.    
Odio le tue stupide canzoni    
e quando le suoni su di me.    
Avanti! Suonami duro!    
So che non puoi resistermi.    
Alla fine sono io l’unica.    
L’unica che dorme nel tuo letto    
quando tutte le altre ragazze se ne sono andate.    
Mi tratti come una merda,     
ma non riuscirai a distruggermi.    
Sono tutto ciò che hai    
e sono sulla vetta.    

IN DISTORTION WE TRUST – NOI CREDIAMO NELLA DISTORSIONE    

Oh sì! Godiamoci la notte!    
Vi crocifiggeremo senza dolore. Sì, è così!    
Quattro parti di sporco e lussuria.    
Porca troia! Noi crediamo nella distorsione.    
Correte veloce! State cedendo.    
Siamo le superstar della città di Sheep Valley.    
Il rumore spazzerà via i vostri amplificatori,    
ma se non vi piace questa merda    
non siete costretti a restare.    
Suoni perversi su batterie di gasolio.    
L’occhio del male vi sta guardando.    
Le corde d’acciaio vi piegheranno.    
Questo schifo è folle e picchia brutalmente.    

LOSING THE GAME – PERDERE IL GIOCO    

Dici che è eccessivo.    
Io dico che è preciso.    
Un giorno capirai.    
So che capirai.    
Non ci arrivi? Non mi importa.     
Ehi, tesoro!    
Hai perso ancora e hai finito i gettoni.    
Hai perso il gioco.    
Non sono nata così.    
No! Ho lavorato duramente.    
Il sangue e il sudore che ci ho messo    
sono il nome sul mio biglietto da visita.    
Avanti! Dai!    
Non ci arrivi? Non mi importa.     
Ehi, tesoro!    
Hai perso il gioco.    
Mi soffochi con la tua cattiva condotta.    
Sei come una vita in malattia.    
Ti ho detto: “Amore, dacci un taglio!”    
Non farò mai come vuoi tu.    

MOTORFUCKER – MOTORFUCKER*    

Senz’ombra di dubbio sono una macchina.    
Il gasolio? Io lo lecco.    
Se hai un problema, cammina con me!    
Farò ripartire il tuo motore.    
Correremo attraverso il deserto,    
diretti verso la terra di nessuno.    
L’autostrada non è così divertente.    
Passano giorni e notti e non vedo che polvere.    
Motorfucker!    
E’ così che mi chiamano.    
Non è un granché, ma non frenerò mai.    
Vorrei che mi vedessero ora,    
sul punto di raggiungere la massima velocità.    
Gli animali investiti sono i miei unici amici,    
ma mi piace tirarli sotto.    
Quando guido lo faccio senza pensieri    
e mi lascio la strada alle spalle.    
Senz’ombra di dubbio sono una macchina.    
Il gasolio? Io lo lecco.    
Sono il tuo problema? Tratta con me!    
Farò ripartire il tuo motore.    

Note:    (Assonanza con Motherfucker = Figlia di puttana)

I NEED A COWBOY FROM HELL – MI SERVE UN COWBOY DALL’INFERNO    

Guardati le spalle! Ti darò la caccia.    
Non avrai pace finché non ti avrò sbattuto    
su quella cazzo di faccia il mio rock ‘n’ roll.    
Sei così dolce e quasi non riesco a respirare.    
Ti stai avvicinando.    
Sei sempre più vicino.    
E’ il profumo del tuo cuore che va in pezzi,    
ma ti piace il rock ‘n’ roll     
e sai che voglio tutto.    
Ehi! Vieni più vicino!    
Ehi! Mi senti? Dammelo!    
Abbeverati alla luce dei riflettori!    
Assaggia il mio palco!    
Avanti, tesoro! Dammelo!    
Sei tornato! Non posso crederci.    
Sei così dannatamente adorabile.    
Mi serve un cowboy dall’inferno e tu non lo sei.    
Oh amico! Non riesci più a respirare    
quando la vita reale ti colpisce.    
Non doveva andarti così bene,    
ma ti piace il rock ‘n’ roll     
e sai che voglio tutto.    

MY HEART IS BLACK – IL MIO CUORE E’ NERO    

Un coltello taglia più in profondità    
di un colpo di martello,    
ma il dolore è lo stesso quando perdi tutto.    
Dai un’occhiata alla stella eclissata nel cielo!    
La palla numero 8 dice che è tempo di morire.    
Il fortunato piange    
e io ho del sangue sulle mani.    
Non sono mai stata una combattente,    
ma so farlo se serve.    
Sono un giocatore incasinato     
e il tempo è esaurito.    
Questa canzone è dedicata a quel bel ragazzo.    
La vita è una puttana e lo sono anch’io, come sai.    
Dedico il mio amore a una Flying-V*.    
Il fortunato piange    
e io ho del sangue sulle mani.    
Non sono mai stata una combattente,    
ma so farlo se serve.    
Il suono è più vicino.    
Stanotte lo sento nelle vene.    
Vergogna! Il mio cuore è nero.    
Il suono sta prendendo il sopravvento    
e diventa me. Non riesco a respirare.    
Vergogna! Il mio cuore è nero.    
Nessuno può trattenermi    
e nessuno può impedirmi di comportarmi così.    
Di sicuro sono sola, ma terrò la testa alta    
quando il resto di voi avrà perso tutto.    

Note:    *(Tipo di chitarra)

HIDE ‘EM ALL – NASCONDILI TUTTI    

Sì! Sta bruciando sulla punta delle mie dita.    
Vorrei poterlo toccare e dare a lei un bacio.    
Ora mi dici che sei così innamorata?    
Che sfortuna, tesoro! A me non frega niente.    
Nascondi il tuo ragazzo! (E’ attraente!)    
Nascondi la tua ragazza! (E’ così sexy!)    
Nascondili tutti, tesoro!    
Sono una cattiva persona    
e mi dispiace di averti fatto piangere.    
Ora mi dici che non dimenticherai mai il mio affronto?    
Che sfortuna, tesoro! A me non frega niente.    
Sì! Sono una cattiva persona    
e mi prenderò il tuo respiro e poi i tuoi amici.    
Mi piace farti cagare sotto la notte.    
Sono la tenebra del mondo.    

GOING DOWN – PRECIPITARE    

Mi sono sentita un po’ stordita    
quando mi hai chiesto di uscire.    
Ero giovane e dolce    
ed era soltanto un mese fa.    
Ora sono invecchiata e stanca    
e la mia pelle è pallida.    
Fanculo il desiderio!     
Sono nata per crollare.    
Mi hai portata ad un livello a cui non ero mai arrivata    
e siamo andati sempre più in alto    
ogni volta che abbiamo peccato.    
La colpa è mia perché tu eri un dono del cielo.    
La colpa è mia.    
Guardami adesso che sto precipitando!    
Non sono mai finita così in basso    
e sto soffrendo per te.    
Amore, vieni a salvarmi!    
Sono un tale casino.    
Aiutami a respirare ora!    
Sto precipitando.    
Ogni storia deve finire. Te l’avevo detto.    
Possiamo solo essere amici, ma io scapperò.    
La colpa è mia perché tu eri un dono del cielo.    
La colpa è mia.    
(Non sono mai finita così in basso).    

I WET MYSELF – ME LA SONO FATTA ADDOSSO    

Non è stata proprio colpa mia quella sera.    
E’ stato uno stupido errore.    
Non mi sono accorta che stava arrivando.    
Ero lontana. Ero la regina della notte.    
Un cattivo odore mi ha raggiunta come un proiettile,    
dritto nel naso.    
Era uno scherzo? Mi sono messa a ridere    
e poi ho capito. No!    
Ho sentito di dover proprio andare    
prima che l’imbarazzo fosse evidente.    
Avrei ucciso per un momento, soltanto uno, da sola.    
Oh no! Me la sono fatta addosso.    
Me la sono fatta addosso e ora è troppo tardi.    
Sono stati minuti che non dimenticherò mai.    
Come una vita di dolore.    
Ho pensato che me la stavo cavando bene    
prima che la femmina infernale si presentasse al mio cospetto.    
Disse: “Non credo di volerti più qui.    
Sembra che tu te la sia fatta addosso!”    
E disse: “Fuori da casa mia,    
prima di rovinarmi il fottuto tappeto!”    
Oh sì! Ho sentito che era tempo di andare,    
ma prima c’era qualcosa che desideravo fare.    
E dissi: “Ehi, ragazzi! Mi sono bagnata i pantaloni!    
E’ divertente! Dovreste provarlo!”    
Oh sì! Me la sono fatta addosso.    

ROCK ‘N’ ROLL BACHELOR – IL ROCK ‘N’ ROLL DELL’UOMO DEI SOGNI    

Pensavo di aver trovato l’anima gemella.    
Aveva tutto, inclusa me    
e aveva la chitarra più bella.    
Aveva scritto una canzone d’amore di successo    
come “You rock my world”.    
Ero entusiasta della situazione incredibile    
e credo fossi accecata dal suo show.    
Ma ero soltanto parte del suo stupido gioco,    
in cui il giocatore diventa pazzo.    
Era l’uomo dei sogni del rock ‘n’ roll venuto dall’inferno    
e si comportava come un idiota con quel ghigno diabolico.    
Mi strisciava sotto la pelle come un fottuto serpente,    
quando capii che il suo battito del cuore era fasullo.    
Figlio di puttana!    
Non avresti dovuto giocare con me.    
Andrai a fuoco perché sarò io     
a suonare il mondo stanotte.    
Tienilo d’occhio! Puoi averlo.    
Tesoro, ti farà godere come non hai mai goduto prima.    
Tienilo d’occhio! Puoi averlo.    
Per me non è altro che un gran bel culo in blu jeans stretti.    
Aveva la chitarra più bella    
e scrisse per me bellissime canzoni,    
ma alla fine perse tutto.    

BAD HANGOVER – BRUTTA SBRONZA    

Quando la sbronza ti colpisce come una sassata in testa,    
divora ogni tuo pensiero finché vorresti essere morta.    
Mi sono fatta altri cinque bicchieri prima che finisse.    
Ora la notte è tornata    
e sono pronta a farmene degli altri.    
1, 2, 3, 4. Altri cinque. Dammene ancora!    
Mi sono presa una brutta sbronza    
e il mondo era capovolto.    
Non tornerò più dove sono già stata.    
Una brutta sbronza.    
Oh, amico! La prossima volta resterò sobria.    
Mi sono presa una brutta sbronza    
e mi sentivo come una merda,    
con il diavolo sulla spalla.    
Non so più chi sono, né dove sono stata.    
Mi sono svegliata con gli stivali ai piedi    
in una bottiglia di gin.    
Era come se fossi stata picchiata e presa a calci    
ed entrambe le mani mi facevano male.    
Ero sotto l’influenza di un pessimo alcol.    
1, 2, 3, 4. Altri cinque. Dammene ancora!        

Lascia un commento