Behind the black veil

SAVE ME – SALVAMI

Guarda il mio cuore sanguinante.
Guarda le lacrime. Sei tu la causa di queste ferite.
Confusa e sola,
mi chiedo se c’ero soltanto io in tutto questo.
Perché mi hai ingannata in questo modo,
mentre io pianificavo giorni di felicità?
Dimmi perché mi hai illusa,
ma salvami dalle tue canzoni di tristezza.
Resa più forte dalla rabbia ce la farò,
ma dimmi una cosa:
perché diavolo hai impiegato così tanto
a decidere che il nostro amore era finito?
Al contrario, mi hai preso in giro!
Salvami!
Se fossi in te, resterei ad ascoltare
ogni parola che ho da dire.
Non c’è protezione per te, ovunque tu sia.
Guarda! Guarda la tua creazione!
Ora hai bisogno di pura salvezza
per tenermi a distanza da te.
Salvami!
Sono caduta nella tua trappola,
ma pensi che mi importi davvero?
Salvami!
Adesso pagherai per il mio cuore!
La vendetta è ben più dolce del tuo amore.

POISON APPLE – MELA AVVELENATA

Giù in uno scantinato, sto preparando il mio veleno per te.
Questo intruglio ti fermerà
e porrà fine a tutto questo per sempre.
Io non sono amara. Solo dolce amara.
Nascosta nelle ombre osserverò la tua sconfitta.
Giù in cantina, sto preparando il mio veleno per te.
Idiota!
Ti vedo correre nei boschi. Correre verso il tuo destino.
Ti vedo svanire per sempre e cadere.
Idiota!
Ora non puoi più ferirmi.
Giù in uno scantinato, sto preparando il mio veleno per te.
Un veleno, amore mio, che sarà il mio ultimo dono per te.

HIDE AND SEEK – NASCONDINO

Mi serve la tua luce e ho bisogno della tua guida.
Qualcosa che allontani da me il dolore.
Sono stata sincera, mentre tutti gli altri mentivano.
Dove sei Dio? Sto impazzendo!
Ho cercato di essere me stessa e tu mi hai disprezzato.
E quando non lo sono stata, non è cambiato nulla.
Non ho il potere di smascherarti
se mi sottoponi all’inferno nel tuo gioco.
Forse ero felice quando mi guidavano i miei sogni.
O forse ero triste.
Pensi che io stia giocando a nascondino,
ma non mi troverai mai.
Non più.

MEMORIES FALL – I RICORDI SVANISCONO

Dovrei riaccogliere il passato e rivivere l’afflizione e il dolore, dici.
Ma questa vita mi ha donato molte lacrime
e ora i miei sogni sono pieni di paure.
Non piangere più, Sarah! Il velo nero si solleverà
e muterà la tua sofferenza in una nuova vita.
Tra le fiamme del dolore devi camminare,
finché non scenderà la pioggia.
Ascoltami Sarah!
Sì, ti sento.
Benvenuta ad una nuova alba!
I ricordi svaniscono.
Se ne andranno tutti.
Ricordi. Ci sarà vita anche per me
e i ricordi ti lasceranno.
So che dimenticherò le lacrime
e ci sarà per me qualcosa di nuovo da trovare.
(Vedo il mondo scomparire dietro un velo nero).
Ora ho avuto la meglio sulla sofferenza
e una nuova forza mi scorre nelle vene.
La paura ti abbandona, Sarah!
Sì, ma tu chi sei?
Guarda come il velo nero si solleva.
Guarda! E’ vero! Troverai nuove energie in te.
Lascia che i ricordi svaniscano.
Questa nuova vita ti darà molto di più.

EVIL ROOTS – RADICI DEL MALE

Sarah: L’albero del male sibila
e le sue radici sembrano anguille.
Mi conducono verso il basso,
nel regno delle azioni malvagie.
Perfida regina: Sarah! Ho capito bene?
Hai cercato di opporti alla mia potenza?
Se è così ti trascinerò incontro alla notte.
Sarah: Mi arrendo al potere delle tue radici del male.
Perfida regina: Sono la regina cattiva!
Insieme: Albero serpente!
Sarah, ti sei accorta che ti ha irretito?
E’ il coro delle foglie velenose.
Le radici del male. Verrai avvolta dal loro abbraccio.
Lei è la regina cattiva!
Perfida regina: Hai perso la tua identità
nel combattimento contro la notte.
Sarah, dovresti sapere che le acque buie sono troppo profonde.
Sarah: Regina dei serpenti!
Ormai ho voltato le spalle alla luce,
ma conosco le mie possibilità
e voglio cominciare a resistere.
Perfida regina: L’albero del male sibila
e le sue radici sembrano anguille.
Sarah ha venduto l’anima in cambio del potere dell’insensibilità.
Sarah: E’ triste, ma vero. Questa non è una storia nuova.
Anche lo spirito più limpido, un tempo gentile, è cambiato.
Perfida regina: Radici del male! Spietate e crudeli,
ora ti tengono stretta.
Radici del male. Anche il tuo sangue scorre in esse.
Sarah: Preparati alla seconda parte.

VIOLENT ROSES – ROSE SANGUINARIE

“Una notte perfetta. Un sonno meraviglioso.
Un mattino incredibile!
Non vedo l’ora di controllare come stanno oggi i miei fiori.
Che siano rose o salvia. Che siano tulipani o campanule,
provo una gioia materna nel dare loro amore, cura e acqua.
Che cosa è successo?
Il giardino un tempo così rosso,
ora è invaso dalla morte!
Sono tutti morti! I miei più cari amici sono appassiti!
Probabilmente sento il desiderio di farti molto male.
Sono tutti morti. I miei più cari amici sono appassiti!
Probabilmente ti farò molto male.
In silenzio pagherai! Pagherai per tutto questo!
Edera velenosa. Spine, pungitopi e mughetti.
Saranno loro i miei nuovi amici
e mi aiuteranno nella vendetta.
Radici viperine e occhi di bambola.
Oleandri e mortale belladonna.
Sì belladonna! Che nome appropriato per una pianta di tormento.
(Belladonna! Che nome!)
Tutte le mie rose sono appassite e morte.
Benvenuti, amici miei!
Velenosi ed aguzzi!
Osservate questo giardino malsano. Ah ah ah!
Forti, subdoli e veloci!
Ora ho anche lei! Una mela avvelenata!
Probabilmente ti farò molto male.
Edera velenosa. Spine, pungitopi e mughetti.
Probabilmente ti farò molto male.
Radici viperine e occhi di bambola.
Oleandri e anche un albero dei suicidi. Ah ah ah!
Nel forno viene spinta questa torta che ho preparato con amore e cura.
Quanto ho sempre adorato cucinare e prepararti una zuppa!
(Una zuppa velenosa).
Questa volta ne resterai sorpreso, ma solo per un istante,
(fai un assaggio),
perché una volta che avrai ingoiato un pezzo di questa torta di mele,
(ingoia!),
io rimarrò a guardarti dimenare nella tua agonia.
Piccola serpe!
Il giardino un tempo così rosso
ora è invaso dalla morte!
Edera velenosa, spine e pungitopi adesso sono i miei migliori amici.
Probabilmente ti farò molto male.
Io e le mie piante letali abbiamo piani malvagi”.

HUNTING THE DREAMER – A CACCIA DEL SOGNATORE

Caro, sono io! Non ti sei accorto che sono io?
Ti ho detto che sarei tornata e che ti avrei mostrato
che cosa hai fatto.
La luna è la mia guida. Non ho altra luce.
Ti sto fissando. I tuoi occhi nella notte.
Ora fai il tuo ingresso nel sogno.
Senti le urla selvagge?
Nel profondo della notte respiro al tuo fianco.
Darti la caccia mi dà calore.
Ancora riesci a respirare, ma aspetterò che tu sia debole.
Sussurri ti circondano.
Stai cominciando a temere
ciò che vedi nel bagliore lunare.
Caro, lei si nasconde dentro di me.
Sto dando la caccia ai tuoi sogni. Li sto dissolvendo tutti.
Sto distruggendoti il cuore, prosciugando il tuo amore.
Adesso capirai com’è stata la mia vita.
Com’è stare in un sogno come un morto vivente.

FORTRESS – FORTEZZA

Sono sdraiata, ma sveglia. Nessuno può sentirmi.
Nessuno può udire le mie grida.
Sono intrappolata qui,
in una fortezza che tu hai creato
e in cui mi hai rinchiusa.
Parlo da sola, addossata in un angolo.
Sono delirante. E’ come fossi sedata.
Sono intrappolata qui,
in una fortezza che tu hai creato
e in cui mi hai rinchiusa.
Sarah!
Liberami dalla tua gabbia!
Liberami dalle catene che hai creato!
Liberami da questa prigione rugginosa! Devi lasciarmi andare!
Non sono una tua proprietà. Qui morirò.
Seguo le mie orme bagnate sul pavimento,
che mutano in tracce di sangue.
Che cosa ho fatto?
Devi dirmelo perché non ricordo
e non ho il coraggio di scoprirlo.
Non conosco questa persona.
Chi c’è in quello specchio?
Di chi sono gli occhi aggressivi che mi fissano nel riflesso?
Sono intrappolata qui,
in una fortezza che tu hai creato
e in cui mi hai rinchiusa.

SILVER TREE – ALBERO D’ARGENTO

Sarah: sono determinata a porre fine a questa follia e a questo orrore
prima che la mia anima si svuoti.
Anche se c’è rimasto ancora qualcosa da salvare,
so che non sarà più la stessa cosa.
Un ricordo persistente indugia nella foresta
che consideravamo la nostra fortezza.
Abbiamo inciso i nostri nomi e i nostri cuori
sulla corteccia di quell’albero d’argento.
La culla del male. Un seme d’inganno.
Stai per cedere adesso! Non mi dominerai più!
Stai per cedere e ti strapperò la tua aureola!
Sei sempre stato qui, dall’infanzia fino ad oggi,
ma il tuo pensiero, il tuo intento e il tuo scopo
era che i nostri nomi venissero incisi sulla tua corteccia
e che riuscissi ad imprimerci il tuo marchio malvagio.
Hai avvelenato l’amore che si diffondeva dal nostro cuore
e hai separato le nostre menti.
Egli è stato il primo sul cammino.
Io sono stata la marionetta della tua rappresentazione.
Eri l’albero più bello dell’intera foresta,
ma non avevo capito quanto fosse marcio il tuo cuore.
L’albero d’argento. Culla del male. Seme d’inganno.
Tu! Eri tu quel giorno!
Mi hai rubato la cosa più preziosa! Mi hai rubato l’amore
e mi hai rubato la vita!
Sei stato il tentatore il giorno del mio matrimonio!
E con le tue radici lo hai soffocato e hai preteso di strapparmi l’anima.

SUN, MOON AND STARS – SOLE, LUNA E STELLE

Ricordo l’estate. Giorni di vita
che stanotte sono finiti.
E’ difficile riconoscere il mio sentiero.
Non capisco. Perché mi sono allontanata
così tanto dalla bellezza?
La luce si è spenta. E’ rimasta solo oscurità.
Ricordo la luna, il sole e le stelle che mi seguivano.
Ricordo la melodia dentro di me.
Ricordo la luna che mi seguiva.
Ricordo e ricordo.
L’inverno nasconde le mie impronte
e mi ruba l’anima congelata.
Lascio che la neve ricopra tutti gli errori.
Che cosa mi resta? Questa solitudine
sarà la mia casa da qui in avanti?
Lo so. Sto cercando il silenzio dentro di me.

LIGHT IN YOU – LA LUCE DENTRO DI TE

In questa notte invernale le luci del nord mi circondano.
Il vento è gelido. Pensavo che la luna avesse abbandonato
il mio sentiero, ma ci sei tu,
con la luce brillante del tuo cuore.
Mi dà speranza e mi hai detto che puoi aggiustare
la mia anima spezzata.
Sono qui per guidarti su una nuova strada della tua vita.
Vedo la luce in te, Sarah. Falla risplendere!
Resta con me. Il mondo è un posto vuoto senza di te.
Guardami. E’ una notte desolata. Mi chino su di te.
Vivi insieme a me nelle ore più scure della notte.
Ti supplico! Resta con me un altro giorno.
Il mio lavoro è concluso. Riesci a vedere il bagliore sull’orizzonte?
I primi raggi del sole mi faranno svanire.
Ma come vorrei poter restare!
Resta con me fino alle prime luci dell’alba e in eterno.
Il giorno spunterà, ma nel mio cuore c’è il buio senza la tua luce.
Guarda! Il nuovo giorno!
E’ un bel giorno! Tu sei ancora qui!
Guarda! I primi raggi del sole!
E’ un nuovo giorno!
E’ un miracolo!

A GRIM CHRISTMAS STORY – UNA CUPA STORIA DI NATALE

Il primo giorno di Natale
il mio vero amore mi disse: “Oh Sarah, mio tesoro!”
Il secondo giorno di Natale
il mio vero amore mi mentì
Oh, che peccato!
Ora giace in fondo al mare.
Il terzo giorno di Natale
il lattaio arrivò per vedere
se mio marito fosse a casa
per farsi una pinta di birra.
Venne fuori la domanda
e le mie fauci si chiusero di scatto.
Oh, che peccato che fosse venuto!
Ora sono in due a giacere in fondo al mare.
Il quarto giorno di Natale
giunse la moglie del lattaio,
spaventata a morte per la vita di suo marito.
Ma un colpo in testa risolse ogni problema.
Oh, che peccato che fosse venuta!
Un coltello le tagliò la gola.
Ora sono in tre a giacere in fondo al mare.
Il quinto giorno di Natale
si venne a sapere che il mio vero amore
aveva una passione per qualcun’altra
che non era sua moglie, cioè io!
Mi recai ad incontrare questa signora,
giusto per farci due chiacchiere.
Poi tornai a casa. O no?
Non fu un peccato farla a pezzi come carne
e infilarla in un sacco.
Ora sono in quattro a giacere in fondo al mare.
Il sesto giorno di Natale
un uomo bussò alla mia porta
e mi chiese di mio marito, del mio vero amore.
Maledizione! Era un vero peccato!
Stava diventando un casino!
Così lo strangolai a morte.
Ora sono in cinque a giacere in fondo al mare.
Il settimo giorno di Natale
la polizia si presentò alla mia porta.
Mi dissero che il figlio del lattaio li aveva chiamati
e che, facendo in giro delle domande,
avevano scoperto cosa avevo fatto.
Oh, che peccato! E’ la fine della mia storia.
Sarah sarebbe finita in prigione.
Ma presto me la cavai con un piano astuto.
“Guardate l’ora. Sono quasi le cinque.
Vi servirò il tè con una sorpresa speciale”.
Il veleno li fece addormentare
e un pugnale li fece sanguinare.
Era tempo per me di scappare!
Ora sono in otto a giacere in fondo del mare.

Lascia un commento