Singoli 2013-2019

ASSASSIN CREED – IL CREDO DELL’ASSASSINO  

Brivido ed eccitazione di una caccia di mezzanotte.
Sono più vicino.
Abbiamo portato avanti una guerra
fino all’era moderna
e io ho mantenuto il mio cappuccio insanguinato
e la mia spada di gelido argento.
Mi nascondo negli angoli di strada,
abile e preciso.
Affrontatemi! O avete paura?
Datemi i nomi e io farò scorrere il sangue.
Niente è vero
e la guerra non è un gioco.
La guerra vive nel mio nome.
Non invecchia
e non si raffredda come i ricordi nelle nostre vene.
Niente è vero
e non servono gli innocenti.
Tutto è permesso.
Uccidiamo comunque, ovunque viviamo.
Crediamo nell’Ordine.
Nel credo dell’assassino.
Un male minore per un bene più grande.
Cacciamo i templari e obbediamo a tre semplici regole:
preservare la fratellanza,
i sentimenti non ci appartengono,
assicura la tua missione in modo silenzioso e veloce.
Affrontatemi! L’oscurità cala tutt’intorno.
Temete la lama nella folla!
Abbiamo il nostro credo. Dobbiamo obbedire.
Le regole sacre non possono essere infrante.
Non siamo qui per un massacro.
Dobbiamo salvare l’Ordine.
Abbiamo il nostro credo. Dobbiamo obbedire.
Seguiamo regole che non infrangeremo mai
e salvare l’Ordine non è lo stesso che uccidere.
I semi marci che non sono recuperabili
devono essere rimossi
e ne ho avuto le prove.

NOT STRONG – NON FORTE

Non sono forte. 
Non sono debole.
Sono soltanto un suono portato dal vento,
che cerca di capire l’ennesimo peccato
e cerca una casa su cui si può fare affidamento.
Non sono forte. 
Non sono debole.
Sono soltanto un suono portato dal vento,
che cerca di penetrare le tue orecchie, amore
e di farti indovinare qual è il luogo in cui dormo.

ANGER – RABBIA

Potrei stare in un fight club,
perché sono una ragazza forte.
Potrei prendere a pugni il mio uomo a casa,
ma mi caccerebbe fuori a calci.
Ho una pistola carica con cui sparare sui muri,
ma i vicini chiamerebbero la polizia.
Allora come se ne esce?
Mi siedo. Relax.
Faccio un respiro profondo
e mi limito a un Aaaaaaaaaaaa!!!
Potrei avere quindici gatti,
perché sono una ragazza forte.
Potrei vedere uno psichiatra,
ma quelli iniziano dei trattamenti.
Potrei coltivare un po’ d’erba e magari venderla,
ma i vicini chiamerebbero la polizia.
Allora come se ne esce?
Alla fine ho visto uno psichiatra
e ho pagato una fortuna per la visita,
ma non mi ha dato antidepressivi.
Mi ha fatto sdraiare su un lungo divanetto,
sotto una luce soffusa
e guardandomi in modo maledettamente serio
mi ha detto: “Non sorprenderti.
Relax. Ora fai un respiro profondo
e fai un bell’ Aaaaaaaaaaaa!”

FOREVER – PER SEMPRE

Guarda le onde che si infrangono con violenza!
Guarda le nuvole!
Amo quelle altezze protette dai venti.
Guarda quelle cime
che condividono con me la loro saggezza!
E’ una sensazione, oh, come una ferita aperta.
E’ libertà. Come una libertà nel vuoto.
Una piccola stella che sboccia
e che ti tiene sempre d’occhio.
Il sole scende sulla terra.
Scende a guarirmi.
Mi acceca e mi dice come proseguire lungo la strada
verso l’albero della vita.
Sono ancora accecata dalla tua luce.
Ovunque tu vada, 
mi mostri che la vita scorre come un fiume.
Mi racconti come sarebbe se entrambi vivessimo per sempre.
Nel mio unico giorno sulla Terra
non trovo riposo
e innalzo la mia anima fino al nido dell’aquila.
Dai tuoi raggi saremo per sempre benedetti.
Nel mio unico giorno affondo nella natura
e l’orizzonte chiama l’intero genere umano.
Il nostro tempo passa come queste nuvole.
C’è un suono silenzioso nei tuoi occhi placidi.
Amami! Amami nella tua luce!
Poi tramonterò con te sul mare.

TOO MUCH – TROPPO

Trascurare cose.
Trascurare persone.
Sensazioni più intense che in seguito
sei in grado di sopportare.
Vuoto dentro.
Senza abbastanza tempo.
Non sei più così entusiasta
e sei troppo stanco.
Troppo da confessare.
Troppo da rimediare.
Così tanto.
Sei come una stella che svanisce nel cielo.
Questa è la fine.
Questa fine è destinata a ricominciare.
Cerchi l’amore e non ne trovi un riflesso.
Lascia che abbracci tutte le tue imperfezioni!
Attraverseremo insieme momenti buoni e cattivi,
ma ho già detto troppo
perché tu possa chiamarmi “amica”.

THE ROAD – LA STRADA

Cammino lungo questa strada da sola
e ho paura di incontrarti,
ma se adesso non ti vedrò
questo cammino non mi porterà lontana.
Cammino lungo questa strada da sola,
indistruttibile.
Un altro buco nero.
E’ soltanto un inciampo, non una caduta.
Quando inciamperò, sostienimi!
Fissami negli occhi!
Nel mio fragile mondo di bugie striscianti
sto correndo su gomme sgonfie.
Quando inciamperò, fammi smaltire la sbornia!
Tienimi stretta!
Perché nel mio fragile mondo di bugie striscianti
sto correndo su gomme sgonfie.
Cammino lungo questa strada da sola.
Dubitiamo! Dubitiamo insieme!
Se soltanto potessimo mai tornare indietro!
Ho corso per troppo tempo
e riesco appena a respirare,
ma finché i miei piedi non toccheranno terra,
la mia corsa non finirà mai.
Là, sull’altro lato, sento la tua anima sola.
E’ quello il momento in cui capisco
di essere tornata da dove sono partita.

DREAM ON – SOGNARE

Quando le tue dita ossute si chiudono su di me,
lunghe e affusolate, la morte diventa me.
Cieli, vedete ciò che vedo io?
Ehi, tu! Bambino pallido e malaticcio.
Tu sei la morte e l’esistenza riconciliata.
Sono tornato a casa lungo un sentiero tortuoso.
Ho pagato il mio debito col karma
e tu festeggi per vivere.
Ciò che prendi non ti uccide,
ma attenzione a ciò che ti viene dato!
Senti un po’ d’amore?
Sogna!
Non c’è tempo di esitare.
Il dolore è pronto. Il dolore aspetta.
Quel che promette di fare è educare.
Un congiunto non voluto e non invitato
che ti striscia sotto la pelle brulicante
e, senza vita, vive dentro di te.
Senti la febbre che arriva!
Scuoti e ti contorci. Ti gratti dappertutto,
ma non smetterà di prudere.
Senti un po’ d’amore?
Sogna!
Incolpa la tua maledizione karmica
o riversa la tua vergogna sull’universo!
Conosce i suoi confini. E’ ben collaudato.
Ti risucchia dentro. Ti trascina in basso,
fin dove non c’è nessun terreno sacro.
Dove la santità non si può trovare.

HUMANS – UMANI

La tua vita è come un sogno vano 
che ti bussa alla porta.
La tua vita è come qualcosa di buono
pronto ad esplodere.
La tua vita è come una sigaretta
che brucia per terra.
La tua vita è come la mia.
La tua vita è come la mancanza di luce
nel cuore delle fiamme.
La tua vita è come assaporare qualcosa
che ha sempre lo stesso sapore.
La tua vita è come le parole cattive
pronunciate con un sorriso.
La tua vita è proprio come la mia.
Siamo qualcosa di più che umani
e qualcosa meno che stolti.
Non porre domande all’universo!
Perché siamo qui?
Non ho più bisogno di una risposta.
La tua vita è come prendere una pillola
che ti fa di nuovo stare male.
La tua vita è come specchietti per le allodole
che non riflettono.
La tua vita è come uccelli
incatenati al cielo.
La tua vita è proprio come la mia.

Lascia un commento