Chirographon Dei

VOYAGE INTO LETHE – VIAGGIO SUL LETE*

Il profondo Lete nella notte.
Il Lete che scorre nel buio.
Il Lete nella mia mente.
Il Lete nel mio cuore.
Questa prigione esistenziale che ci strappa la vita.
La nostra giovinezza.
Le nostre gioie.
Tutto ciò che possediamo è polvere.
Risana la tua fiducia disillusa!
La verità è lì, abbandonata nel tempo.
Dalla terra confido che il libro mi sceglierà.
E’ emerso dall’inferno,
ma il vero arricchimento è più avanti.
La chiamata ti colpisce con durezza.
E’ giunto il momento.
E’ destino.
E così è il tempo che ci porta via la vita.
La nostra giovinezza.
Le nostre gioie.
Tutto ciò che possediamo è polvere.
Risana la tua fiducia disillusa!
La verità è lì, abbandonata nel tempo.
Segreti destinati a restare tali nell’abisso del tempo,
lontani come luci fluttuano nel silenzio.
Nelle profondità del silenzio.
Alza lo sguardo!
Osserva il cielo!
Guarda quella nube e la luce che la permea!
Le stelle tutt’intorno che illuminano il sentiero!
Esiste una stella segreta.

Note: *(Fiume dell’oblio)

BLACK DECEMBER – DICEMBRE NERO

Nel profondo del dolore,
dove si nascondono i segreti,
nero è il colore del mio cammino senza fine.
La fede ostruisce ogni singolo istante.
Sogno il giorno della mia vita in lutto.
La paura cresce sempre di più.
Sono costretta ad un inferno
e lotto per salvarmi.
Il terrore muta in disperazione.
Sono perduta,
ma mantengo la sanità mentale
soltanto per svegliarmi di nuovo.
Dicembre nero, vieni da me
con tutti i sogni infranti della gente!
La mia storia torna alla vita.
Un segno risplende.
Sigilla la tua bara
e riottieni la tua vita!
Ascolta la sua musica!
Percepisci la magia della notte oscura!
Abbandona il dolore
e lasciati alle spalle la vergogna!
Vola via!

SARCOPHAGUS OF ROSES – SARCOFAGO DI ROSE

Nasconditi sotto le rose,
lontano dalla luce!
Trova il fuoco nel profondo del tuo cuore!
Che la notte abbracci i tuoi resti mortali!
Che la notte nasconda le lacrime di questa terra!
Tombe ricolme di rose.
Vite destinate a procedere.
Lunghe ore di dolore,
mentre i bambini vengono lasciati a soffrire.
Bambino, ti prego!
Resta vivo!
Non guardare indietro!
I sogni si manifestano anche quando si muore.
Le campane rintoccano nel silenzio assoluto
e la disperazione ti colpisce con forza.
Religioni in decomposizione sfavillano dissimulate
e i loro santi salpano verso Marte.
Nasconditi sotto le rose,
lontano dalla luce!
Trova il fuoco nel profondo del tuo cuore!
La notte abbraccia i tuoi resti immortali.
La notte nasconde le lacrime di questa terra.

MIRROR OF GOD – LO SPECCHIO DI DIO

Sulla sommità della collina
il dono prezioso ancora aspetta
e la neve intorno alla tomba
ha sepolto lo specchio di Dio.
Nel corso delle nostre vite tutto ciò che chiediamo
è di percepire il cammino del nostro Dio
ed è una battaglia costante
per riuscire a vedere la verità che ci vive dentro.
E’ l’ultimo bagliore nel buio.
La notte affina i sogni,
mentre gli angeli piangono nel silenzio.
Lo specchio trema.
Conosce quel volto!
Lo scrigno sacro si apre
e tutti cessiamo di esistere, congelati.
Lo specchio cerca quel volto.
Giungono le ombre
e l’agonia svanisce.
Lo specchio non c’è più.
La fede se ne è andata.
Senti gli alberi danzare
e le acque che scorrono impetuose.
L’aria turbina con rabbia.
Gli angeli si radunano nella cappella.
La ragazza dà via al rito
e tiene lo specchio levato in alto.

BALLET OF SADNESS – BALLETTO DI TRISTEZZA

Danza, bambina mia!
Il tuo cuore ce la farà.
Danza attraverso la vita
e nel dolore resta sincera!
L’amore non sopravviverà.
Non lo fa mai.
Soltanto la lussuria resta libera.
Un pianto. Un pianto senza fine.
Destini senza sogni, perduti in tempi andati.
Ti batti con forza,
mentre la tua vita ti deride
e il cammino umano è sancito in un libro.
Tutto è contenuto nel libro.
Aprilo! C’è la verità.

THE SOUL’S MANUSCRIPT – IL MANOSCRITTO DELL’ANIMA

La mia guerra prosegue giorno e notte.
Sono sola e combatto.
Il rumore è assordante
e sono intrappolata nella mia mente.
Scendono lacrime nere.
Sono prigioniera.
La mia voce trema in un canto mortale
e il mio silenzio si perde nel buio.
Le mie urla mute feriscono più dei sogni
e pensieri di disgrazia indeboliscono la mia volontà di ferro.
E’ il sortilegio del destino,
vergato dalla mano di Dio.
Un inchiostro rosso rubino che macchia il testo.
Redenta dalla magica mano della speranza
e messa in ombra dall’oblio della mezzanotte,
con lo sguardo desideroso puntato su questo tuo inno,
il manoscritto dell’anima vivrà fino alla mia morte.
Sono i sogni nel mio mare.
Si agita il lamento del vento nel cuore della nebbia.
Le mie urla mute feriscono più dei sogni
nel cuore della nebbia.
Sogno nel silenzio un audace fascio di luce.
La luce redime le mie lacrime senz’anima.

WINE OF LUNACY – IL VINO DELLA FOLLIA

La paura.
Il suo potere mi schiaccia
tra le pareti della mia misera mente.
Abbandonata in una tomba prematura,
la creazione si desta
e ti senti al sicuro.
Paura. Oh, paura di vivere!
Il vino che rianima la mia pazzia
rinvigorisce la mia forza,
mentre la morte s’impone.
Si percepisce una brezza da un luogo d’ombre
e la verità è trattenuta nell’abisso della morte.
Il silenzio è ancora più dolce
quando bussano sul coperchio della tua bara
ed è un peccato che l’esistenza vortichi
in un posto in rovina.
I ricordi si fanno da parte per placare il dolore.
Lettere piene di passione sono macchiate con lacrime di rabbia.
La forza è arrugginita
e tutto è cambiato a causa delle vecchie dottrine.
Tu, il cui coltello si pianta nei cuori sensibili,
rimira il mio guardiano nel buio!
I segni nascondono le vite più grandi
e rivivono nella nebbia oscura.
La morte è concessa ai nobili di cuore come conforto,
come uno scenario perduto nel ghiaccio.
La mia forza viene meno
e ogni speranza è morta.
La redenzione lascia orme profonde sulla sabbia.

PENITENCE – PENTIMENTO

Sopravvive per tutto il tempo della tua vita
e rianima le vecchie lacrime dimenticate.
Senti l’ira del sole!
Vivi i pianti più emotivi!
La luna decreta chiaramente il pentimento sulla terra
e riflette dolcemente i giorni in cui ravvedersi.
Resisto a questa sofferenza.
Rifiuto me stessa.
Oscuro è il mio destino
e si oppone a ciò che di sano è rimasto.
La rabbia mi imprigiona
e vecchi volti ridono con enfasi.
Il mio canto mi fa sanguinare l’anima,
evocando il mio punto debole nascosto.
Come la foschia cela il contorto reame dell’esistenza,
l’unica benedizione è manifestare il doloroso sussulto.
Il terrore si ha quando riveli il vero segreto.
Sopporta e reggi la tua muraglia!
Punta più in alto!
Desiderio e fede.
Paura e fede.

POETRY FROM THE DARK GARDENS – POESIA DAI GIARDINI OSCURI

Nelle notti silenziose
la luna nasconde atti spaventosi.
Canzoni proibite, udite da lontano,
devono ancora diffondersi.
Nell’oscurità.
Nella tristezza.
Nella sacra immensità.
L’essenza rimane tra le ceneri.
Le maschere cadono e le ombre scivolano via.
Attraverso i giardini lo spirito fa ritorno dalla pazzia.
Le ferite sono guarite
e l’anima è simile a una torcia.
La mia esistenza dedicata a te!
Allora troverò vera pace
e la Nemesi* s’inchinerà davanti all’Epifania**.
Balsamica sarà l’aria che esalerà dall’inferno
e sinistra sarà la bestia che vivrà nei nostri sogni.
Sono intrappolata tra il cielo e la terra.
Questa fame mi cattura
e le parole si perdono nel tradimento.
Le ali della speranza vengono troncate
e dottrine di gloria emergono dalla disperazione.
Angeli in nero evocano il dolore e celebrano.
Le rose cadono.
Gocciola il sangue.
Tuoni e tempeste intonano la loro canzone d’afflizione.
Sogni e spettri.
Voci ed echi.
L’oscura creazione sta sbocciando.
Non si torna più indietro.

Note: *(Personificazione della giustizia e dell’equilibrio)
**(Manifestazione visibile della divinità)

Lascia un commento