Egomania

TOAST TO THE DEVIL – BRINDISI AL DIAVOLO

E’ lunga la strada se vuoi camminare sul sentiero del peccato,
ma chi può ignorare la tentazione?
Finché non arriverai alla tua ultima corsa
non rinunciare a un po’ di passione!
Chi segue sempre la retta via
brama inutilmente andar di fretta.
Non ti manca l’adrenalina?
Perché ci sono regole
che sono fatte per essere infrante.
Hai il diritto di rimanere in silenzio ogni volta.
Non ti preoccupare e fai emergere il tuo io!
Ci riuniremo nell’aldilà.
Grideremo addio
e brinderemo al diavolo.
Disobbediamo fino al giorno della nostra morte!
Viviamo pieni d’orgoglio!
Se non ci sarà modo di passare oltre i cancelli del paradiso
festeggeremo laggiù con il diavolo.
La vita è un gioco a senso unico.
Basta essere banali!
Le cose che abbiamo fatto
e le cose che non abbiamo fatto.
Rifletti per quali ti rammarichi!
Qual è il motivo per cui sei qui?
Per non vivere ciò che ti dà piacere?
Più è grande il rischio, più grande è il divertimento.
Non ha importanza,
perché “non posso” è ciò che dicono i perdenti.
Hai il diritto di rimanere in silenzio ogni giorno,
ma abbandona la quiete
e segui la strada dei demoni!
Sono qui sdraiato e respiro.
Sai che cosa provo?
La stuzzicante brezza della partita a cui gioco.
Avanti! Gira la ruota!
Sii sincero, almeno con te stesso!
Non farti domande
e fa ciò che desideri!
La vita ti fotte e ti prende per il culo.
Esci e prenditela a testa alta!
Ci sarà più gente da odiare
di quanta tu possa sopportare.
Mandala affanculo ogni giorno!
Fanculo il destino!
Fanculo i falsi!
Sii il loro terremoto!
Un brindisi a quel figlio di puttana del diavolo!

THE LONGING – IL DESIDERIO

Mi manca che il mio cuore martelli a tutta velocità.
Il destino ha preso una buona piega.
Lo invoco.
Per tutta la vita ho alimentato questa sensazione: il desiderio.
Se ci sarà la possibilità di ottenere
ciò che ho profondamente desiderato,
me ne resterò lì beato
oppure la voce interiore pretenderà di più?
Qual è l’equilibrio tra il sogno e la voglia vorace e avida?
E’ una cosa umana.
Non ci sentiamo insoddisfatti da quando siamo nati?
Aspetteremo fino a svanire?
L’infinito desiderio di arrivare alla pace mentale
non lo soddisferemo mai
e ancora agogniamo ciò che vorremmo
e che non ci serve.
Da quando stiamo strisciando,
proviamo inutile risentimento
e ristagniamo nella sofferenza.
Si comincia a camminare verso ciò che non si può avere,
proprio come facciamo tutti noi.
Abbiamo soltanto una vita
e tentiamo di adattarci il più possibile.
Possiamo immaginare e prevedere che cosa ci renderebbe completi.
Oh, genere umano!
Non riesci a capire quanta fortuna hai
e non ha importanza come la afferri.
Esci là fuori e impara,
perché è il tuo cuore che inganni!
Tutta la vita a desiderare cose insignificanti,
per cui mai avremmo pensato di metterci a frignare,
finché non riceveremo ciò che vorremmo.
Rifiutiamo l’esistenza per cui dovremmo essere grati
e per cui dovremmo morire.
Se tutto ciò che posseggo mi venisse portato via
forse mi accorgerei di quello che resta.
Una verità virtuale si nasconde dietro a questo:
ciò che provo e ciò che faccio mi rendono quello che sono.

BE – ESSERE

Stiamo dimenticando i nostri sogni
in attesa dei miracoli,
mentre ammiriamo quelli che penzolano
dai soliti vecchi fili da burattino.
Ciò che hai adesso è ciò che è reale,
ma tu non fai che lamentarti per quello che non c’è più.
A un tratto accade di provare la sensazione.
L’hai mai notato mentre cercavi di prenderlo?
Condividi ciò che nessuno condividerebbe!
Ti vogliamo bene e amiamo ciò che fai.
Teniamo in considerazione ciò che hai il coraggio di fare.
Sii il nostro buffone!
Fai il buffone per amor nostro!
Vendi la tua volontà!
La tua anima che abbaglia!
E accontenta quelli che non sanno che sei qui!
Ci vediamo un altro giorno.
Non posso rimanere.
Sono in ritardo perché… non so perché.
Sono impegnato.
Cerco di essere libero.
In estasi per qualcosa che non vale la pena di mostrare.
Voglio capire chi sei costretto ad essere.
Segui la tua strada oltre il sogno più sfrenato!
Ti strozzerai per ogni cosa che diranno?
Stufo o libero?
Sputa fuori quelle bugie e vivi!
Non sprecare il tempo a contemplare
ciò che è giusto e ciò che è sbagliato!
Il Grande Fratello è al tuo fianco
e ti dice chi adorare e a chi obbedire.
Condividi ciò che nessuno condividerebbe!
Ti odiamo e detestiamo ciò che fai.
Siamo troppo ostinati per osare.
Sii il nostro buffone!
Il buffone che noi abbiamo creato!
Vendi la tua volontà!
La tua anima che abbaglia!
E accontenta quelli che si sono dimenticati che sei qui!
Trasferisco pensieri sulle nuvole
per liberare la mia mente sovraccarica.
Ogni gioia e ogni dolore che alcuni estranei condividono.
E intanto dimentico il mondo che c’è là fuori.
Perché tutto ciò che diamo non lo reclameremo.
E’ un singolo istante che lasciamo passare.
Libera la tua anima e sbarazzati di quel peso,
prima che tu finisca in pezzi!

MY EDEN – IL MIO PARADISO

Non raggiungerai mai le stelle,
quindi è inutile che ti ci impegni.
Questa è la lagna del realista.
Perché egli non si batterà
se non vedrà qualcuno che con certezza lo ripagherà.
Scelgono la vita semplice
ed evitano qualsiasi contrasto.
Non tenterete nemmeno di inseguire i vostri desideri
se ostacolate il vostro stesso cammino.
Evitano qualunque possibile fallimento
e non sentono nessun impulso.
E’ una prospettiva miserevole seguire la strada
senza una meta che scaldi il fuoco.
Voglio dominarvi e voglio deridervi,
finché non rinuncerete a ogni piacere.
Come un sognatore senza speranza
a cui non è permesso camminare.
Sull’infinito sentiero del sudore e delle lacrime
smettetela di sbarrarmi la strada!
Contemplo il mio paradiso in questo mondo di divieti
e vado dove voglio andare.
Nessuno nasce per l’insuccesso.
Vogliono soltanto fermarti
per paura che tu ce la faccia.
Non scegliere la vita semplice!
Accetta la sfida
e trova il coraggio di inseguire i tuoi desideri!
Traccia il tuo percorso
e affronta il fallimento!
Allora sentirai quell’impulso.
Dipende da te.
Segui la tua strada,
guidato da un fuoco di passioni!
Non lasciare che ti dominino e che ti deridano!
Non baciargli il culo per il loro piacere!
Sii il sognatore solitario
e trova il coraggio di avanzare!
E’ il tuo infinito cammino di sangue e dolore.
Sono un sognatore solitario che continua a camminare
su un sentiero sassoso di sangue e lacrime.
Smettetela di sbarrarmi la strada!
Contemplo il mio paradiso in questo mondo di divieti
e vado dove voglio andare.

TEAR ME DOWN – DISTRUGGIMI

Questa sensazione soffocante
impedisce lo scorrere della vita dentro di me.
E’ una sofferenza senza fine generata da me stesso.
L’amore ti acceca finché non riesci più a vedere
e ti senti uno schifo fin nelle ossa.
Il tuo cuore è schiavo,
come uno zombie in quest’adorabile esistenza.
Non c’è differenza tra assuefazione e amore?
Guardo indietro verso tutti quei momenti.
Non ricordo.
Vorrei poter spegnere la mia memoria.
Quanto è stata lunga la strada
che ho percorso esattamente sulle tue tracce,
finché i miei piedi esausti non si sono fermati!
Ora capisco.
Avanti! Distruggimi!
Non mi resta nulla da provare.
Niente che ti debba dire.
Avanti! Distruggimi!
Non c’è più nessuno che mi dica cosa dovrei fare.
Avanti! Distruggilo!
Tutta la merda che mi è rimasta dentro
agita la mia mente a causa tua.
Avanti! Distruggilo!
Non provo più alcun sentimento
che blocchi ciò che devo fare.
Avanti! Distruggilo!
Ho espulso il parassita che mi annebbiava il cervello
e nessuno banchetta più sulle mie disgrazie.
Trova un altro stupido da guidare alla sua rovina!
La prossima vittima della fila.
Quanto è stata lunga la strada
che ho percorso esattamente fino al tuo inferno,
coi piedi sanguinanti che si trascinavano fuori dalla tua gabbia!
Distruggimi finché non resterà niente di me!
Finché non respirerò più!
Sono depresso da quei giorni
in cui ho seguito ogni tua singola fottuta orma.
Non ho più un cuore.
Sono uscito dalla tua merda soffrendo
e grondando il tuo adorabile veleno dalle mie vene danneggiate.
Non resta nulla che possa provare.
Niente che ti debba dire.
Basta con te che mi dici cosa non dovrei fare!
Avanti! Distruggimi!

LOVE – AMORE

Sì, sono stato un bambino
che mendicava un po’ d’amore.
(Un amore) che non era molto sincero.
Desideravo soltanto un po’ di attenzione,
ma i tuoi occhi vedevano solo ciò da cui eri dipendente.
Tutte queste notti ho pianto fino ad addormentarmi
e il mio cuore affamato si prosciugava,
così ho sperato ancora di più di riempire il vuoto,
finché ti sei dimenticata di dirmi addio.
Colmerò le mie mancanze
per essere il figlio che desideri,
cosicché valga la pena di amarmi
quando tornerai a riposarti.
Mentre inseguivi i tuoi sogni
ho tentato di spegnere il fuoco.
Hai illuminato la notte e poi sei scappata
da ciò che avresti dovuto essere,
ma che non sei mai stata.
Madre, perché te ne sei andata?
Hai reso tuo figlio un randagio
e hai abbandonato la tua famiglia.
Perché non sai trovare in me l’amore?
Papà è morto proprio l’altro giorno.
Cancellando il proprio ricordo
si è fatto saltare la testa.
La ninnananna da tempo sfiorita che mi cantavi
mi passava nella mente
quando l’altra notte l’ho trovato morto
e lentamente la cantavo come un canto funebre.
Ho provato a colmare le mie mancanze
condividendo il dolore che desidero provare,
ma non vale la pena di amarmi.
Urlava questa ragazza a cui ho dato fuoco
e mentre tu inseguivi i tuoi sogni
sono diventato l’uomo con la corda.
Soffoco e impicco chiunque non mi ami.
Come te, che avresti dovuto amarmi.
Perché non mi hai amato?
Non sento più l’amore che hai strappato alla mia anima
e ho riempito questo buco con la sofferenza che ho rubato.
Ascolto la tua voce ogni notte nel brusio
e vedo il tuo sorriso nei miei occhi predatori.

FAITH – FEDE

Migliaia di vite.
Migliaia di tombe.
E’ tutto ciò che abbiamo
e, ancor di più, che abbiamo dato.
L’amore è uguale alla paura.
Un sentiero di sangue giustificato
da ciò che non vediamo coi nostri occhi.
Uccidere chi non ci va bene.
Seguire le regole.
Oh, guidami Signore!
Storie pretestuose e cruente di fucili e spade.
La diversità non può essere verità.
Non c’è più spazio per la dignità dei non credenti.
Nel tuo nome moriremo.
Dove sei Signore?
La tua sacra e radiosa luce ostruisce ogni poro.
Obbediamo a tutte le menzogne
di coloro che predicano la tua parola
che mai distorcerebbero.
C’è una sola verità?
Tutta la gloria si perde nel grigiore
da quando si abusa del credo per manipolare le nostre menti.
Si semina negazione e si diffonde odio
e per questo combattiamo.
Impareremo a vivere in eterno
o a sterminare il genere umano?
Per la gloria!
Per l’avidità!
Per il potere imperituro!
Una verità santa.
Una menzogna santa.
Col sangue e la violenza la diffonderemo con saggezza,
perché il fine giustifica i mezzi.
Nel tuo nome moriremo.
Non c’è nessun Signore.
La tua sacra e radiosa luce verrà inghiottita dalle grida.
Obbediamo a tutte le menzogne,
ma l’amore incondizionato si trasforma in guerra.
La fede cieca droga le menti più luminose.
Non riesci a trovarmi? Fammi tuo alleato!
Oh, Signore! Loderò per sempre la tua potenza.
Mi guidi e mi guarisci.
Nel tuo nome cancellerò tutto.
Guardate la sofferenza!
Una rabbia cieca riversata vanamente
nel nome di idoli potenti e invisibili,
come futili pedoni in un gioco senza fine.
Non c’è possibilità di spezzare queste catene immaginarie.

RAVE IN HELL – FAR FESTA ALL’INFERNO

Non sopporto più le bugie.
E’ la fabbrica dei discorsi vuoti e delle promesse.
Vaffanculo le vostre promesse!
Non c’è bisogno di nessuna inserzione
per ciò che tutti i ragazzi ottusi supplicano di avere.
I cellulari all’ultima moda
che li fanno diventare cloni senza cervello.
Non hanno il coraggio di non vestire le migliori firme
pur di adeguarsi alle uniformi globali e di brillare boriosi.
Spendiamo sconsideratamente!
Smettetela di elencarmi le stronzate da comprare!
Vi spezzerò quelle fottute gambe.
Non continuerete con questo casino.
Ficcatevelo su per il culo!
La vera libertà si realizza
quando non ti importa del giudizio altrui.
Sentirsi vivi la notte,
guidando a tutta velocità.
Non ce ne frega un cazzo dei vostri gusti.
Voi vi bevete il vino, noi alziamo la bottiglia.
Andatevene a far festa all’inferno
coi vostri sorrisi splendenti e le vostre false espressioni!
Non voglio merda lussuosa.
Una tizia idiota sta lodando l’importanza della moda.
Il nero è la mia moda.
Indosso la mia maglietta dei Metallica
che non ho comprato da H&M.
Niente pantaloni da femminuccia
o qualche schifosa marca dalla Francia.
Non osate consigliarmi questa montagna di merda!
La vostra radio suona muta.
Non c’è nessuna passione.
L’avidità è la loro passione.
Condivido i miei cuoricini su Instagram
con accuse pesanti e i meme più interessanti.
Puttanate pseudo poetiche col fascino di Grumpy cat*.
Sentirsi vivi la notte,
guidando a tutta velocità.
Non ce ne frega un cazzo dei vostri gusti.
Fate tintinnare i bicchieri del vino!
Noi alziamo la bottiglia.
Andatevene a far festa all’inferno
coi vostri sorrisi splendenti e le vostre fottute espressioni!

Note: *(Soprannome di una gatta diventata famosa su internet per le sue espressioni)

ANTISOCIAL – ANTISOCIALE

Un giorno come tanti altri per voi.
Sembra la mia più pura agonia.
La prassi sociale che dovrei conoscere
è per me un libro dai sette sigilli.
Ho perso la volontà.
Ho perso la mia anima e il senso di provare paura.
Ho perso la testa.
Ciò che è giusto mi appare sbagliato
e il peccato mi sussurra all’orecchio.
Nessuno da chiamare.
Nessuno da amare.
Nessuno che possa capire le tue pene, mio caro.
Sono schiavo in questo gioco
e il mondo sta giocando con me,
ma presto lo controllerò
e spezzerò i suoi legami.
Vi farò comprendere i miei sentimenti.
E’ tempo di tirare fuori la pistola.
Non ce la faccio più.
Non posso scappare.
Questo demone mi sta per saltare addosso.
Vattene! Vattene da me!
Il Giorno del Giudizio è arrivato.
Alla fine il dolore cesserà.
Spazzerò via la nostra sanità mentale
se resterete con me.
Forse sono nato pazzoide,
ma il vostro negare mi fa stare male.
Ho perso la volontà.
Ho perso la mia anima e il senso di provare qualsiasi cosa.
Ho perso la testa.
Vi dimostrerò tutto.
Il diavolo mi bisbiglia.
Sto tornando a casa.
Sono più vicino.
Sto seguendo tutte le strade che portano a te, mio caro.
Sarò il padrone del gioco.
Tutti voi giocate con me.
L’odio si spezza.
E’ il caso del codardo.
Le mie invocazioni d’aiuto si perdono nel nulla.

MEMORIES – RICORDI

Troppe volte.
Soltanto un inutile addio.
Ma se questa fosse l’ultima parola a cui potessi rispondere?
(Non si può ritentare).
Chi oserebbe decidere di portarti in un altro mondo?
(Nessuna negazione).
Oh, lontano da queste vite che non possono procedere tranquille.
(Troppo tranquille).
Le ultime parole svaniscono,
ma rimane anche di più.
Vorremmo dire addio,
ma un oceano di vecchi ricordi si trattiene
e col tempo ce ne ricorderemo in lacrime di gioia.
Possano tutti i giorni di dolore sparire!
Tuttavia è una cosa umana soffrire,
finché potrò pensare a te
e provare soltanto felicità.
Il destino è una puttana
e il karma non esiste.
(Non è vero).
Non c’è una giustizia da scegliere
e il prossimo della fila (perderà).
Ti permetteremo di andartene.
Getta via tutta la sofferenza che sopporti!
(Addio)
Promettici soltanto di continuare a vivere
ad ogni bicchiere che dedicheremo (a te)!
Se un destino prematuro ci chiamerà,
ci alzeremo a combattere?
Alcuni si sono battuti a sufficienza
e altri sono stati appena bambini.
Un’esistenza ingiusta ci viene consegnata a volte,
ma possiamo elaborarla,
finché cammineremo sulla nostra ultima strada
nell’ultimo giorno in cui moriremo.

EXTINCTION – ESTINZIONE

Che cosa deciderai?
La scelta non sarà facile.
E’ così semplice, razza egoista!
Hai costruito e dato alle fiamme tutto ciò che puoi vedere
in un luogo imprecisato.
Tutti coloro che ami e che hai conosciuto scompariranno.
L’umanità è finita.
La peggiore malattia del pianeta
verrà neutralizzata in un istante di quiete.
Oh, che cosa deciderai?
Non c’è nessuna possibilità.
Nessun perdono.
Non si cancella la violenza che abbiamo riversato su questa Terra.
Si estinguerà il fuoco umano
per restaurare la bellezza che abbiamo consumato.
E madre Terra prospererà.
Bilioni di anni.
Progresso e sviluppo.
Devastato in un batter di ciglia lo spettacolo delle specie.
Abbiamo ricevuto un dono che ancora distruggiamo.
Una casa a noi affidata resa inospitale.
La natura sta morendo,
ma nessuno ferma questa caccia omicida.
Uomo, perché ti comporti come fossi cieco,
affermando che non siamo al culmine del tempo,
nonostante tu conosca esattamente il vero parassita?
La flora sboccerà e la polvere presto ricadrà a terra.
Rivoluzione.
Resettare il fallimento della natura.
Guarire ciò che abbiamo fatto sanguinare.
Risoluzione, finché il mondo sarà libero
e svincolato da questa razza malata.
L’evoluzione ha commesso un enorme errore.
E’ il momento di una replica.
Un’ultima soluzione.
Per il bene del pianeta l’umanità va cancellata.
Le generazioni incolpano i loro predecessori,
mentre noi ci scaricheremo l’un l’altro le responsabilità
fino alle ultime preghiere dei nostri figli.
L’albero di mele è cresciuto e vive la sua vita.
I lupi braccati tentano di sopravvivere.
Si riproducono per preservare la specie
e alla fine muoiono.
La Terra ha stabilito un ciclo infinito
che nessuno dovrebbe mai danneggiare,
nemmeno un gruppo eletto di scimmie narcisistiche
che agiscono come fossero intelligenti.
La fauna prolifera.
Il vostro abuso sta per terminare.
Tutti quelli che conosco non ci saranno più.
Saranno spariti.
Nessuno dei miei cari sopravviverà al giorno dell’estinzione.
Non lasciatemi la scelta di cancellare la nostra razza!
Sarebbe il gioco del Giorno del Giudizio,
ma so che sarebbe giusto.
Sento che la Terra sta morendo
e che potrebbe accendersi.
L’umanità piange,
ma ormai siamo spacciati.
E’ tutto un grande sogno.
Un sogno eufemistico.
L’apocalisse programmata.
Uomo, chi ti ha donato la vita?
Uomo, chi ti ha dato una casa?
Uomo, chi ti ha dato tutti i tuoi desideri?
Tutto ciò che fai è un flagello.
Tutto ciò che ottieni è spreco.
Non ti accorgi delle ceneri del tuo fuoco?
Nostra madre piange.
Nostra madre sta morendo.
Il cancro di nostra madre è vero.
La madre che abbiamo rinnegato.
La madre che abbiamo contaminato.
Possa la fine del tuo figlio umano portare al tuo bene!

Lascia un commento