Human paradigm

SILENCE AND THE SPARK – IL SILENZIO E LA SCINTILLA

La nostra vita non sarà mai abbastanza.
Non ti deluderò.
Cerca di strapparci via il tempo
e ci guarda mentre ci buttiamo via.
Capito? Dai la tua vita.
Capito? Ammazzi il tempo.
Tutto crolla alla fine.
Capito? Dai la tua vita.
La guerra. E’ come la guerra.
So cosa sei.
Sei il silenzio e la scintilla.
Il tempo è piuttosto spietato.
Non ti lascerò cadere.
Grideremo e ne verremo fuori
e abbatteremo questi muri.
Trarremo potere dalla loro voce per uscire dagli schemi
e li soffocheremo con le loro parole avariate.
I giorni in cui moriremo non ci saranno più.
Porremo fine alla guerra
e trarremo potere dalla loro voce.

WHEN THE GODS SPEAK – QUANDO GLI DEI PARLANO

Accada quel che accada!
In tempi come questi sembra che non ci sia nessuna possibilità.
La strofa deve essere cieca
o il mondo intero sarebbe sicuramente morto.
Dammele! Nutrimine! Seminami di bugie!
Dammele! Nutrimine! Seminami con le loro bugie!
Non dirmelo!
Dammele! Nutrimine! Seminami con le tue bugie!
Ho aspettato soltanto questo.
Quando gli déi parlano il mondo piange.
Quando gli déi parlano il mondo piange e la vita muore.
Frantumatevi sull’avidità che li rende così forti!

HUMAN PARADIGM – IL PARADIGMA UMANO

Stando in mezzo alla folla
le vite si muovono e ondeggiano
e ora, interrogandomi su ognuna di esse,
mi sento morire.
Sono consci di cosa?
Sono consapevoli di se stessi?
Di se stessi o di nulla?
Considerando tutto, il bene e il male,
mi sento come se fossi lì.
E’ il paradigma umano.
Il nostro paradigma umano.
Astratti o destinati a vivere?
Una sola battaglia e una sola chiamata.
E’ il conflitto interiore.
Cerco di immaginare di essere un altro.
Di vedere come un altro.
Giusto e sbagliato per ognuno.
Mi sento morire.

THE REVERENT – IL RIVERENTE

Non crolleremo così facilmente.
Teniamo i nostri ricordi al sicuro.
Non verremo cancellati così facilmente.
Li terremo vivi.
Correrò in mezzo al fuoco.
Ora seguimi, amore mio!
Le pietre cadranno dal cielo come pioggia
e tutto ciò che conosciamo finirà tra le fiamme del sole.
L’amore si scontrerà col fuoco
e non avremo paura.
Non verremo cancellati così facilmente.
Li terremo vivi.
Ti seguirò fino alla prossima vita.

GUARDIAN – GUARDIANO

Aspetta!
Non è il mio momento di partire
verso le prossime valli della nostra specie.
Dove sei stata?
L’intero peso del mondo mi frantuma la schiena.
Sorreggimi! Sto cadendo ancora
e così tanto è stato perduto lungo la strada.
Pensavo che mi avessi dimenticato.
Sono stato così solo in tutto ciò che ho visto,
ma tu era là, l’ombra che mi cullava.
Un voto per restare.
Verrò trattenuto nel buio finché il mio cammino sarà compiuto.
Ho dovuto imparare a cadere da solo
o almeno così mi è sembrato lungo la strada,
ma non mi hai mai dimenticato.

WATCHING YOU – OSSERVARTI

Ti ho aspettata ancora
e sei rimasta sola in questo mondo.
Non sono solo e tu non sei sola.
Non siamo soli. Non lo siamo mai.
Sembri dannatamente felice,
eppure ti contorci per il dolore.
E’ tutto una follia.
Ti ho osservata da qui.
Ho osservato le persone che passavano
ed erano strane e spaventate.
Tutto il mondo è impazzito.
Sembri dannatamente felice,
eppure ti contorci per il dolore.
E’ tutto una follia.
Sembri dannatamente triste,
eppure hai gli occhi asciutti.
E’ assurdo.
Ti ho osservata da qui innocentemente.

THE FRAGILE BREAK – FRAGILE ROTTURA

Non aspetterò per assistere alla fragile rottura
o per sapere se ho vissuto
o per mettere in discussione ciò che è stato.
Aggrappati al sogno!
La caduta è così naturale.
Vivere e sognare e morire in corsa col tempo
verso la fragile rottura.
Spezzarsi e rinunciare e piangere per far durare la notte.
Resisti!
Mi chiedo come abbia peccato
e speso la mia bella bugia.
L’ora si fa tarda avvicinandosi all’ultimo abbraccio della vita.
Le cose sepolte scavano verso la superficie
e i sogni sotterrati sono lasciati a morire.
Tendi al cielo!
Parecchie volte sono stato seduto da solo
e in silenzio mi sono domandato dove tutto fosse finito.
Ho riflettuto sul tempo che avevo trascorso.
Le nostre vite sono soltanto un barlume,
nonostante alcune resistano alla prova del tempo
ben oltre la fragile rottura.

PARADISE – PARADISO

Il paradiso non è così lontano.
Il paradiso. Non è troppo tardi.
Sarò lì per te e ti giuro che ti seguirò.
Aspettare? No, non aspetterò.
Resterò primo della fila e mi prenderò tutto.
Non aspetterò.
Farò in modo che accada.
I nostri sguardi si incrociano.
Abbiamo lasciato tutto.
I nostri mondi si scontrano.
Non rimanere nella loro ombra,
perché è il momento di fare la cosa giusta!
Il cuore mi invita a gridare il tuo nome.
Aspettare? No, non aspetterò.
Ci siamo spinti troppo in là per fermarci e perdere tutto.
Me li terrò stretti e pregherò per ciò che è giusto.
Siamo ingenui come bambini
e in questo luogo i nostri mondi si scontrano.

LET’S RISE – RIALZIAMOCI

Le nostre vite sono così fredde,
ma questo mondo non può essere o bianco o nero.
Cediamo alle bugie
e rinunciamo a tutto.
Rinunciamo alle nostre vite.
Non li lascerò vincere, anche se ci proveranno.
Riesco a sentire il richiamo.
Rialziamoci!
Ora so che tutto crollerà,
ma il cammino è mio e mio soltanto.
Il controllo è nelle mie mani. Soltanto mio.
Le bugie portano ad altre bugie.
Le bugie ti fanno andare avanti.
Guarda le loro bocche che fingono
e risuonano ad alta voce!
I loro contenuti non sono più silenziosi.
Le bugie portano ad altre bugie.
Le bugie ti fanno andare avanti.
Guarda le vite che fingono!
Aspettami!
Aspetta il mio ultimo respiro!
Cercami e trova le storie che ho lasciato!

Lascia un commento