Albus mendacium

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Thrash
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

WHITEWASHED TOMBS – SEPOLCRI IMBIANCATI

(Basato su Matteo 23)
Perché essi predicano senza mettere in pratica.
Legano sugli altri fardelli senza curarsi di sollevarli.
Non seguite il loro esempio!
Le loro opere sono compiute soltanto per farsi notare.
Guai a voi, scribi e farisei!
Solo bellezza esteriore e ipocrisia.
Guide cieche che dentro non sono altro che ossa di uomini morti,
piene di ogni tipo di marciume e impurità.
Sepolcri imbiancati!
Filtrate il moscerino e ingoiate il cammello.
Sepolcri imbiancati!
Il più grande tra voi sarà vostro servo.
Posti d’onore e seggi ai banchetti.
Sbarrate il Regno a tutti gli esseri umani.
Stolti e ciechi di fronte al giuramento sull’oro,
secondo cui l’offerta renderebbe sacro l’altare.
Uomini ciechi!
Per voi che cos’ha valore più grande?
L’offerta o l’altare che rende l’offerta sacra?
Sepolcri imbiancati!
Ecco, voi avete soltanto un Padre
e non chiamate nessuno maestro!
Ripulite la vostra coppa all’interno,
cosicché all’esterno diventi pulita!
Sepolcri imbiancati!

TWO MASTERS – DUE PADRONI

(Basato su Matteo 6)
Nessuno può servire due padroni.
Perché tutti i nostri corpi sono templi.
Perché ognuno deve decidere da cosa farsi abitare.
Templi di idoli o del Dio Vivente?
Scegliete con saggezza il rivale che lasciate entrare!
I tesori accumulati sulla terra
semplicemente perdono il loro valore,
dove i ladri scassinano e rubano
e dove tarme e tarli li distruggono.
Adoratori per natura siamo nati
e piazziamo i nostri idoli su altari di affettività.
Nessuno può servire due padroni.
Perché dove si trova il tuo tesoro,
là dimora anche il tuo cuore pulsante
e se il tuo occhio è malato,
anche il tuo corpo sarà avvizzito e tenebroso.
Nessuno può essere servo di due padroni
e l’amore per l’oro è una via verso la tomba,
lastricata di menzogne e antichi inganni.
Camminate liberi o portatene il carico!
Statue di bronzo antiche e templi d’oro.
Storie su effimere fortune o l’anima eterna.
Nessuno può servire due padroni.

HEARERS AND DOERS – CHI ASCOLTA E CHI AGISCE

(Basato su Romani 2)
Perciò non hai scuse, chiunque tu sia
e giudicando gli altri condanni te stesso.
Facendo le cose che hai giudicato,
pensi forse di sfuggire all’ira di Dio?
O disprezzi la ricchezza della Sua bontà
destinata a condurti alla conversione?
Con il tuo cuore impenitente accumuli collera
per il giorno della rivelazione dei castighi.
Chi ascolta e chi agisce.
Non giudicare! Il giusto Giudizio verrà.
Non giudicare! I verdetti saranno resi noti.
C’è chi ascolta e chi agisce.
Tu cerchi la verità?
Poiché Egli ripagherà secondo quanto meritano le opere
che mirano alla Sua gloria o a una vita di egoismo.
Perché quelli che peccano senza la Legge,
soffriranno e periranno senza la Legge.
Sotto la Legge invece si appellano al peccato
e ciò sarà decretato dal Santo.
Non sono quelli che soltanto ascoltano, i giusti,
ma quelli che agiscono sono giustificati ai Suoi occhi.
Ciò che l’uomo compie,
nel morale andamento della vita,
sarà la norma su cui avverrà il Giudizio nell’ultimo giorno.
Non giudicare! Il giusto Giudizio verrà.
Non giudicare! I verdetti saranno resi noti.
Non giudicare! Discordia e sofferenza verranno.
Non giudicare! Onore e pace saranno resi noti.
C’è chi ascolta e chi agisce.
Tu cerchi la verità?

LAZARUS – LAZZARO

(Basato su Giovanni 11)
La sua malattia non porterà alla morte,
ma è per la gloria di Dio.
Per il vostro bene è servita la mia assenza,
affinché ora crediate.
“Vieni fuori!”
Lazzaro, ascolta il richiamo del Padre!
Lazzaro, dopo quattro giorni di morte.
Lazzaro, la morte non mente più.
Lazzaro, vieni fuori e risorgi!
“Vieni fuori e risorgi!”
Tolsero la pietra dal sepolcro
“Vieni fuori!”
e assistettero alla misericordia di Yahweh.
Bende di lino gli avvolgevano mani e piedi.
Lo legava la morte,
ma ora lo vedevano libero dalla tomba.
“Chiunque cammina di notte inciampa,
perché non ha la luce come guida.
Non sono forse 12 le ore diurne?
Danno luce a questo mondo perché si veda”.

40 YEARS – 40 ANNI

(Basato su Geremia)
40 anni secondo la profezia per morire di spada
e nelle tragedie della peste, della carestia e della guerra.
40 anni senza più le menzogne di conforto del falso profeta.
Nessuno sfuggirà al distruttore.
Avvertimenti sulla collera e sull’ira di Dio furono preannunciati.
Sulla schiavitù e sulla rovina che si sarebbero realizzate.
Il culto degli idoli. Maledizioni e peccato.
Il profeta in lacrime parlò più e più volte.
Per molti anni gli occhi sono stati ciechi e le orecchie sorde.
Per 40 anni gli occhi sono stati ciechi e le orecchie sorde.
40 in cui l’Onnipotente venne a dichiarare
che chi fuggiva dal terrore sarebbe caduto in una fossa e in una trappola.
Nazioni in rovina, senza fedeltà, né timore.
“Negli anni che verranno ricostruirò
e ciò che c’era un tempo tornerà.
Gli anni del castigo sono finiti
e non vi distruggerò completamente”
dichiara il Signore.
“Quei giorni stanno per arrivare”
dichiara il Signore.
Per molti anni. 40.
Occhi ciechi e orecchie sorde. 40.

DEATH AND LIFE – MORTE E VITA

(Basato sui Proverbi)
Voltate le spalle alla bocca che inganna!
Prendete le distanze dalle labbra bugiarde!
Proclamate la verità perché il male è disgustoso!
Niente di falso o distorto verrà perdonato.
Sulle labbra del discernimento affiora la sapienza
e sulla schiena dello stolto cala il bastone.
La lingua del giusto è di argento pregiato,
ma gli stolti malvagi muoiono per mancanza di senno.
La morte e la vita sono nel dono della lingua
e coloro che si concedono devono mangiare del frutto che produce.
La morte e la vita sono nel dono della lingua.
Le parole avventate trafiggono come una spada,
ma la lingua del giusto porta guarigione.
Le labbra sincere hanno vita eterna,
mentre quelle disoneste sono effimere.
Sono inaffidabili le gambe di uno zoppo
e così è un proverbio nella bocca degli stolti.
Come un ramo di spine nella mano di un ubriacone,
così è un proverbio nella bocca degli stolti.
Perché la lingua che inganna deve essere mozzata.

INTO THE SWINE – NEI PORCI

(Basato su Marco 5, 1-20)
Un uomo che viveva tra le tombe
era posseduto da uno spirito impuro.
Era impossibile tenerlo legato
e né le catene, né la forza potevano trattenerlo.
Notte e giorno ululava e si feriva da solo
e il suo corpo era ricoperto di ferite.
Usciva dalle grotte pieno di lividi e chino
e in ginocchio gridava.
“Che vuoi Tu da me, figlio del Dio Altissimo?
Ti scongiuro, non tormentarmi!”
“Esci da quest’uomo! Cristo te lo comanda!”
“Facci entrare nei porci!” supplicavano il Maestro che avevano rifiutato.
“Facci entrare nei porci! Dacci il permesso di dimorare dentro di essi!”
Ed entrarono nei porci
per volere di Dio.
“Oh, mandaci nei porci! Ti prego, lasciaci entrare!
Ti imploriamo, non l’abisso!”
“Demonio, qual è il tuo nome?”
Legione egli disse ed entrarono nel branco che sulla collina
si aggirava indisturbato nei pressi di una rupe scoscesa,
per poi gettarsi giù in preda alla follia e annegare in mare.
La gente di città sentì la notizia e venne a vedere.
Guardarono con timore l’uomo
che si era vestito ed era sano di mente.
Con lui c’era Gesù e circa duemila porci morti.
“Va’ e racconta a tutti l’opera che il Signore ha fatto con te!
Va’ e racconta nelle Decapoli la misericordia che ti è stata mostrata!”

ANIMA CHRISTI/REVELATION 3:16 – SPIRITO DI CRISTO/RIVELAZIONE 3:16

Spirito di Cristo, santificami!
Corpo di Cristo, guariscimi!
Sangue di Cristo, impregnami!
Acqua del fianco di Cristo, purificami!
Passione di Cristo, rafforzami!
Buon Gesù, ascoltami!
Nelle Tue ferite dammi rifugio!
Dall’allontanarmi fermami!
Dal maligno proteggimi!
Nell’ora della mia morte chiamami!
Nella Tua presenza conducimi!
Per poterTi lodare con i Tuoi angeli in eterno. Amen.
Rivelazione 3:16
“Poiché non sei né caldo, né freddo,
ma sei tiepido,
sto per vomitarti dalla Mia bocca”.


Lascia un commento