Summer of darkness

NOT READY TO DIE – NON SONO PRONTO A MORIRE

Hai una bella faccia tosta e io ho parecchie dita da puntare.
Mentre tu eri occupato ad accrescere la tua conoscenza,
io già avevo ragione.
So che una voce come la tua non è un’arma,
ma nemmeno la mia è uno scalpello per un cranio inspessito.
Cantate i vostri inni per i sordi!
Possiamo sederci qui a piangere
finché non rimarrà più nulla
o possiamo raccogliere le nostre voci tra le mani,
farne coltelli e avanzare richieste.
Prenderemo le nostre voci tra le mani.
Ne faremo coltelli e avanzeremo richieste.
Ho bruciato i ponti per l’ultima volta.
Ho interrotto le mie abitudini per la prima volta.
Ho visto il mio futuro oggi
e mi ha detto che me ne andrò.
E non ho ancora cantato l’ultima strofa sulla mia via verso il basso.
Non sono pronto a sdraiarmi.
Non sono pronto a svanire.
Non sono pronto a morire.
Ogni giorno della mia esistenza sento che è più difficile respirare
e ogni minuto che passa sono pronto ad andarmene.
So che in una vita come la mia non c’è ragione di preoccuparsi,
ma sono stato impegnato a collezionare cicatrici che non dimenticherete mai.
Se soltanto 33 anni possono salvare la mia vita,
ne ho 24 in più per far funzionare le cose.
Così, quando verrò portato su in cielo e tu sarai ancora qui,
potrai schiarirti le idee e asciugarti le lacrime.
Prenderemo le nostre voci tra le mani.
Ne faremo coltelli e avanzeremo richieste.

AWAKENING – RISVEGLIO

Cado tra i flutti del tuo risveglio e affogo.
Sei una traccia di ciò che ero anch’io.
Combatti una battaglia per una stima che non otterrai mai.
Guarda l’esercito che ti ascolta con animo aperto!
E’ una piccola voce fastidiosa, più leggera di una capocchia di spillo.
Ed è stato così ingenuo pensare che tu fossi
la sorgente di cui parlavi.
Stavo scrivendo l’inizio ancor prima che tu cominciassi.
Dove hai affilato una tale lingua?
Per il suono che emetti
voglio l’onore per la benevolenza già conquistata,
senza la detrazione ignorante che hai rivelato.
Dammi il dolore di qualcosa di reale,
non concetti vuoti!
Voglio vedere la pressione che cresce.
Dammelo in modo che possa sentirlo!
Se mi disonori, voglio vedere i tuoi occhi bruciare.
Hai scritto parole che non dovevi scrivere,
ma lo stomaco si manifesta con il respiro.
Ho letto pensieri che non dovevi fare
e le domande mi mostreranno il tuo volto.
Se ci fosse un confronto
e sollevasse la sua brutta testa,
ho la sensazione che vorresti cancellare tutto.
Questo semplice pettegolezzo è la tua unica definizione di vita
e che inutile proposito volertelo portare nella tomba!
Non c’è minaccia di sconfitta
nel sentire la direzione del tuo pianto.
Oh, che stupido a pensare che saresti caduto tra coloro che desideravi!
Ti sei svegliato nell’illusione della fondatezza.
Ti sei svegliato nella verità com’era un tempo.
Svegliati!

BEHEADED – DECAPITATO

Nel cerchio senza fine dove i deboli si incontrano
cresce la lotta per il peso di dover accettare la sconfitta.
Sul volto di ogni codardo si nota l’odio più cieco
e nei suoi occhi l’immagine precisa del danno fatto.
Mi guardate per reggere il peso delle sofferenze passate,
ma non c’ero io dietro il velo di una maschera spietata.
Dove eravate il giorno in cui tutti maledicevano il vostro nome?
Eravate la voce lontana dell’orgoglio
che non ha mai tollerato la vergogna.
I deboli di spirito useranno i pugni
e i pugni dei deboli diventeranno armi da fuoco.
Quelle più potenti diventeranno bombe
e pieni d’ira ti inseguiranno finché non sarà finita.
La vostra storia è morta.
Avevate torto marcio.
La vostra filosofia è morta.
Avevate torto marcio.
Nella mentalità della cultura moderna
c’è un ingranaggio fermo.
E’ la parte di umanità che non ha mai dimenticato.
E nel mezzo del nostro cammino
abbiamo dato diritto ai lupi di aggredire le pecore
e di seppellirsi nell’animo il senso di colpa.
Non dimenticherò l’immagine deforme della corruzione che eravamo,
né ignorerò le voci fioche della gente a cui abbiamo fatto del male,
ma non ho mai premuto un grilletto o deturpato il vostro volto.
Non guardate me se cercate la ragione
del dolore che avete individuato!
Le cicatrici sopravvivono al dolore
e i riflessi rimarranno.
Le cicatrici sopravvivono al dolore
e il vostro malessere continuerà.

MY HEARTSTRINGS COME UNDONE – LE CORDE DEL MIO CUORE SI SCIOLGONO

E’ sepolto nel profondo del passato e spero che non duri.
E’ qualcosa che ho già inseguito.
Ho tentato di dimenticarmene, ma non è mai sparito.
E’ qualcosa che non voglio affrontare.
So che ti senti nello stesso modo,
ma ti prometto che cambierò.
E’ qualcosa che ho già inseguito.
Capisco che sto cercando di credere che non te ne andrai.
E’ qualcosa che non voglio affrontare.
Non resta niente.
La paura non c’è più.
Quando le corde del mio cuore si scioglieranno,
ti aspetterò e pregherò per te.
Prima dell’ultima fuga,
resterò con te e mi distruggerò con te.
So di non essere perfetto. Il dolore ha già cominciato.
E’ qualcosa che ho già inseguito.
Mi hai portato su una strada migliore
ed è tutto ciò che chiedevo.
E’ qualcosa che non voglio affrontare.
Se scomparirai senza di me, saprai tutto sul mio conto.

OUR FACES FALL APART – I NOSTRI VOLTI ANDRANNO IN PEZZI

Dov’è l’inizio della digressione della vita umana?
Quando una risposta è soltanto una luce brillante?
Chi sono io per definire sfrontatamente cos’è giusto o sbagliato?
Che differenza fa se moriamo tutti?
Non sono il primo, né l’ultimo, né l’assoluto.
Non troverai chiarezza in me.
Sono il morto, l’ultimo, la solitudine
e ho fallito ogni identità che ho tentato di essere.
Non sono il tuo progresso, né la retribuzione per le tue sofferenze.
Pugnalo le domande di risposte che non voglio sentire.
Ho perso la battaglia e non ho nessuna vita da ripercorrere.
Mi sono costruito questa angoscia con le mie stesse mani
e ho sentito il fuoco dentro il mio cuore.
Mi sono costruito questa angoscia con le mie stesse mani
e ho visto i nostri volti andare in pezzi.
Ho sentito le lacrime dei tuoi angeli, così fredde
e ho visto la rovina dei tuoi figli. Ho freddo.
Siamo soltanto una parte del veleno che vive in questo luogo.
Come possiamo rispondere con serietà?
Chi sei tu per misurare ogni norma
che vorresti che inseguissimo?
Siamo i soli a correre l’ultima gara?
Siamo tutti deboli, miti e innocenti.
Baciamo ogni errore che abbiamo disonorato
e siamo i peggiori, i maledetti e i desolati.
Rinunciamo a ogni speranza che abbracciamo.
Volgi lo sguardo verso di me nella speranza del mio declino,
dando la colpa al fatto che ho vacillato su questa strada.
Abbiamo visto la tua maldicenza quando l’hai tirata giù dallo scaffale.
Se vuoi giustizia, punta il dito contro te stesso!
Affronta le tue paure! Segui le tue lacrime!
Elimina la cieca presunzione di sapere come reagisco io!
Non sono così vuoto
e non puoi vedere che cosa produce la mia mente.
Siamo a viso aperto.

LESS THAN NOTHING – MENO DI NIENTE

Soffoco.
La realtà sta devastando la mia vita.
E’ tutto inutile.
Mi sto portando l’orgoglio nella tomba.
Che bella strada su cui camminare con gli occhi chiusi!
Per prima cosa diamo il nostro peggio, come se non lo sapessimo.
Infiammo il mio cammino in questa vita con la vendetta
e offro il mio peso in odio finché il collo si piega.
Si demolisce ogni traccia di emozione.
Si finisce nella cella che hai aperto.
Inespressivo, come tutti i volti che mi circondano,
sento la fatale infezione avvolgermi.
Tutti viviamo nella paura di qualcosa.
Tutti spariamo come fosse niente.
Tutti viviamo nella paura di qualcosa.
Tutti siamo meno di niente.
Soffoco.
Sto vivendo la mia vita dal primo all’ultimo momento
e tutto quest’odio mi trascina il volto sui vetri rotti.
Come possiamo essere così ciechi nella luce stessa?
Copriamo le ferite che non possiamo nascondere.
Sento la mia strada incunearsi tra le spine della mancata accettazione
e spurgo tutto lo schifo dell’infezione.
Niente. Non siamo niente.

SUMMER OF DARKNESS – ESTATE DI OSCURITA’

Sarò l’ultimo respiro prima della morte.
Sarò l’ultimo sguardo di verità quando non ce ne saranno più.
E se porterò vergogna sul tuo volto e degraderò la tua fede,
sarò il primo a nascondermi dietro il disonore.
Perdita di sangue. A causa del mio fallimento.
Tradimento. Nelle radici del mio nome indegno.
Ho trovato il modo di cadere,
ma non avevo intenzione di spezzarti il cuore.
Respiro questo dolore (e ripudio ciò che sono).
Ti sento piangere. (E’ questo il mio ultimo baluardo?)
Prima che vada (e prima di perdere tutto),
dovresti sapere (che mi odio per averti ferita).
Vedo il bagliore della luce emergere dalla mia tomba
e sento la sofferenza della contraddizione nonostante la decadenza.
E se le ombre del dubbio dovessero tradire questo vantaggio,
allora metti su di me la parola fine e tieniti la speranza!
Questa non è la mia vita.
Questa non è la nostra vita.
Muoio ogni giorno.

BEAUTY THROUGH THE EYES OF A PREDATOR – LA BELLEZZA NEGLI OCCHI DEL PREDATORE

Non sono l’unico a non capire perché ti passi per la mente.
Vedo che la tua vita e la tua morte sono ridotti a una linea di prodotti
e non è abbastanza per sentirti parlare attraverso uno sguardo miope.
Lo stesso freddo respiro morto limita il mio.
Non ne capisco il perché.
Non sei un santo e non sei un disonesto.
Non posso negare che sia tutto un sotterfugio.
Ho visto tutto.
(E’ meglio se tieni il volto nascosto nel buio).
Tutto ciò che mi serve.
(Svegliati e senti il sangue che scorre dal tuo cuore!)
E’ il tuo malessere.
(Per ogni parola che sminuisci e sbagli).
Non riesco a respirare.
(Per ogni anima che nausei con quello che dici).
Hai emesso questo verdetto su te stesso,
(prima che potessimo avere una possibilità).
Spero che tu pianga per coloro che hai perso.
Hai creato tu questo peso quando sei caduto
(e sai che non abbiamo potuto dare uno sguardo).
Spero che valga tutto il sangue che è costato.
E’ stata una lunga via di ritorno dalla strada sprecata
e soltanto a metà ci siamo detti addio e abbiamo fatto un respiro.
E quando la fine farà nuova luce sul nulla che rimane consumato,
ti darò un’ultima occasione di dire che hai finito e di restituirlo.
Non sono d’accordo.
La tua soluzione è inutile.
Non posso credere che tu riesca a respirare senza soffocare.
Hai venduto la fede ai ciechi
e hai sminuito l’amore che ritenevi così doloroso.
Hai spinto il senso di colpa lungo la spina dorsale
e hai sofferto l’esempio di un caso esemplare.
Sento i polmoni che iniziano a bruciare
e ad ogni parola che sputerai fuori
otterrai un altro chiodo.

ANNIHILATE THE CORRUPT – ANNIENTARE IL CORROTTO

Dietro il mio sguardo di compassione vive un’anima sofferente
e nel mio sangue un’oscurità amara lentamente riscuote il suo tributo.
Percepisco la morte della nostra connessione e la luce che sbiadisce,
in mezzo ai frammenti di un improvviso panico per la mia vita che soffoca.
Vedo le cicatrici della tua assuefazione e le sensazioni che nascondi.
Un cuore annerito dall’odio che non revocherai mai.
Nelle profondità della tua depressione sento le tue richieste d’aiuto.
Il tuo è soltanto un guscio di vuote rovine, ritratto del mio.
Non posso vivere da solo.
Puoi riportarmi a casa?
Sono il volto della tua afflizione
e mi nutro di nuova vita attraverso le crepe del tuo teschio.
Sotto la superficie della tua aggressione c’è una spessa paura.
Una piaga tumefatta che deriva dalle voci devastanti che ascolti.
Senti gli spasmi della contraddizione nel mondo che hai abbandonato.
Un altro giorno nella tua delusione sarà una morte infinita.
Non posso vivere da solo.
Puoi riportarmi a casa?
Ti sento qui. Fammi avvicinare!
Sono il volto della tua afflizione
e mi nutro di nuova vita attraverso le crepe del tuo teschio.
Sono il dolore delle tue certezze
che ha pugnalato alla schiena la tua anima.
Questa è vita. Questo è amore.

I PLAY DEAD – FACCIO IL MORTO

Faccio di nuovo il morto, ma potrebbe interrompersi prima della fine.
Se fingo potresti non accorgerti del mio dolore.
Sei così vicino. Non riesco a capire cosa dovrei essere.
Non smetto di respirare, ma non sopporto di pensare a cosa potresti vedere.
Il laccio emostatico. Queste mani benedette intorno alla mia testa.
Così posso evitare di sanguinare.
Devo trovare un modo per fermarlo prima che cominci
a scavarsi una via attraverso le mie vene fino al mio cuore.
Non pensavo che fosse una cosa che tutti potessero vedere
e dentro mi uccide.
Non me ne andrò senza lasciare traccia.
Non verrò cancellato.
E’ nella mia testa. Non riesco a dimenticare che cosa hai detto una volta.
Le parole che ho letto. L’anima frantumata che non posso riparare.
E’ qui con me ed estirpa il vuoto che sono sempre stato.
Ricordo attraverso fiochi bagliori della memoria.
Due mani rotte che revocano sette ferite
e che si battono per impedirgli di scavare fino ai polmoni.
Si agita. Si muove. Fugge da me.
Non mi importa e non sanguino più.
A te non crederò.
Faccio il morto.

EVERYTHING WAS WHITE – TUTTO ERA CANDIDO

Ripulisco abbastanza la mia mente da vedere
i pezzi decadenti della mia esistenza crollarmi addosso.
Ho trovato la ferita pulita che mi ha condotto alla collera,
sotto il fuoco profondo e purificatore che dà forma al sentiero.
Ho dedicato la mia vita a trovarle il giusto posto,
ma osservo il mio passato in rovina
e, con ogni passo che svergogna il mio volto,
vedo tutti i suoi frammenti prendere fuoco.
La sofferenza scompare. Ora mi hai lasciato solo.
Non posso smettere di sanguinare e mi sto esaurendo.
Non ho potuto seppellire ogni forma che ho visto.
I vuoti pezzi della perfezione sono incorporati in me
e, dopo ogni passo, i muri permettono il passaggio
e nelle ombre dell’inganno riesco a vederti svanire.
Ho visto tutti i sogni che abbiamo tentato di nascondere
e ho sentito il suono della risposta dell’onestà,
ma non sono quell’uomo che mi hai visto dentro.
E’ nato puro, ma poi è morto.
A ogni parola che pronuncio
sento che abbandona la mia anima.
A ogni pensiero generato
l’omissione mi lascia così freddo.
Mi sono visto dentro la caduta
e ne ricordo tutta la corruzione.
Mi sono visto dentro la caduta
e ricordo tutto.

COFFIN BUILDER – COSTRUTTORE DI BARE

La mia rovina è imminente.
La mia vita mi è sfuggita di mano
ed è precipitata in quel buco dove tutto è freddo.
Ho perso la sensazione della colpa.
Non ho niente dentro. L’innocenza è morta
e ora il vuoto vi cresce.
Mi trascina in basso e mi strappa la corona.
Ho visto il luogo in cui è tutto buio.
E’ nella mia anima e perdo il controllo.
Abbi pietà di me!
Abbi pietà di ogni spina che ho conficcato!
Tra queste pareti affronterai qui da solo la fine.
Prima del mio ultimo giorno la fermerò.
La spegnerò e mi opporrò al sentimento che provo da quando tutto è finito.
La resistenza ha avuto effetto.
Ora il tempo sta guarendo le ferite,
ma sei ancora qui a liberare le mie paure.
La mia vita mi è sfuggita di mano.
Me l’hanno rubata, ma me la riprenderò.
Ogni giorno mi sento come se un peso mi tirasse in basso costantemente.
Sono andato in pezzi per l’ultima volta.
(Non otterrò mai il meglio di me).
Ho un cuore di acciaio,
sebbene le tue parole mi abbattano continuamente.
Mi sono aperto per la prima volta,
(ma non otterrò mai il meglio di me).

LATEST AND THE LAST – IL PIU’ RECENTE E ULTIMO

Parole ad ogni costo. (Hai gettato una maledizione sul mio nome).
Quando pensieri di odio ti attraversano
(non so divorare la tua colpa).
E’ una tua scelta. (E’ il tuo martello che si abbatte).
Io non ho voce, (ma non sei la mano di cui mi fido).
Scagliamelo addosso!
Prima che tu interrompa il silenzio
e prima di aprire uno strappo,
faremo la conta dei morti, senza speranza per ogni parola non detta.
I pensieri scorrono come sangue
(e macchieranno per sempre le nostre mani).
La bocca è come una fredda pistola (e noi siamo dietro la canna).
Il più recente e ultimo. (Hai posto una taglia sulla mia testa).
Il più recente e ultimo. (Il peggio è già stato detto).
Ti fuoriesce dai denti.
Sei stanca di ciò che hai visto.
Addossi la colpa su ogni passo che abbiamo fatto nella fedeltà.
Scagliamelo addosso!

Lascia un commento