Antikorper

ADRENALIN – ADRENALINA

Sono dinamite.
Sono pronto a esplodere.
Vi porterò tutti con me.
Non ho nulla da perdere.
Mi sento invulnerabile.
Non so cosa mi succederà.
Sento che qualcosa sta per esplodere dentro di me.
Nel mio corpo infuria una guerra,
perché l’adrenalina mi brucia nel profondo.
Sento un potere infinito.
Il mio cuore rincorre l’adrenalina nelle mie vene.
L’adrenalina che ribolle dentro di me.
Sento un potere perfetto.
L’adrenalina brucia dentro di me.
Sono più che umano.
Energia pura.
Un generatore.
Vi farò mettere in ginocchio.
Ne sono assuefatto.
Mi rende me stesso e mi divora.
Non si esaurisce mai.

LEIDER – PURTROPPO

Mi sono fatto una ferita per adornare il mio corpo.
Ci ho gettato sopra del sale per renderla più bella.
Sono arrivato alle vene,
aprendo la carne con delicatezza.
Ho goduto del bacio della lama
che mi ha reso un uomo.
Mi sono appeso a fili sottili.
Mi sono chiesto di farlo.
Mi dispiace per me. Mi dispiace tanto.
Non ho paura dell’uomo nero,
perché da solo posso fare a meno di me stesso.
Devo rifarmi del male.
Mi dispiace per me. Mi dispiace tanto.
Devo rifarmi del male,
perché soltanto il dolore mi guarisce.
Amo la mia ferita in tutto il suo splendore.
Un bel souvenir.
Me lo sono fatto da solo.
Mi mordo la lingua e soffro in silenzio.
Passo ancora la vecchia lama sulla pelle,
ma quando mi guardo nello specchio
il mio piccolo cuore mi fa così male.
C’è ancora posto sulla mia pelle.
Ripeterò ciò che più temo.
Devo rifarmi del male.
Mi dispiace per me. Mi dispiace tanto.
Devo rifarmi del male,
perché il dolore è tutto ciò che mi resta.

ANTIKÖRPER – ANTICORPO

Riesci ad avvertire il mio odore?
Riesci a sentirmi?
Devo arrivare a sedurti
e ti striscerò lentamente alle spalle,
così potrò divorarti completamente.
Ogni tua parte mi è familiare.
Mi sento così bene nella tua pelle.
Sono il tuo anticorpo.
Il tuo parassita.
Un anticorpo che ama il tuo corpo.
Sono il tuo anticorpo.
Sono il tuo legionario.
Anticorpo. Lascia che ti difenda!
Sono l’anticorpo che sconfigge ogni nemico.
Sono l’anticorpo che affonda nel tuo sangue.
Riesci ad avvertire il mio odore?
Riesci a sentirmi?
Sono nato per tenerti prigioniera
e sto così bene con te.
Ero totalmente solo
e sono penetrato dentro di te in profondità.
Ogni tua parte è la mia casa.
Sarò sincero con te: non uscirò mai più.
Sono il tuo anticorpo,
non un codardo disertore.

ENTLASSEN – LIBERARE

In qualche modo è tutto diverso.
Lo abbiamo sempre sospettato.
Abbiamo guardato l’abisso negli occhi.
Quante volte la vita ci ha messo in guardia!
Inizia una lunga notte.
La nostra ultima notte, bambina mia.
Lasciami andare! Quanto ti devo supplicare?
Il mio cuore è spezzato in due.
Deve finire.
Liberami! Lottiamo senza speranza.
Lasciami andare! Dammi il colpo di grazia!
Liberami! Tutto improvvisamente è così buio.
Lo sapevamo da molto.
Vaghiamo nel tempo come demoni
e alla fine tutto ciò che ci rimane è la sconfitta.

OHNE DICH – SENZA DI TE

Brucio per te e non posso respirare senza.
Perdoni perché ami
e io sono innamorato di te.
Non riuscirò a stare in piedi senza di te.
Capisci perché ami.
Cosa sarebbe il sole senza la tua luce?
Che cosa sarebbe una fotografia senza il tuo viso?
La mia vita è maledetta.
Ho provato a stare da solo, ma non funziona.
Senza di te non mi sento libero.
Senza di te a sballarmi.
Senza di te sono solo.
Senza di te non posso volare.
Senza il tuo inesauribile amore.
Senza di te non esisto.
Mi sveglio per te
e non sento niente senza di te.
Liberi e perdoni.
Mi immergo in te.
Sento le tue pulsazioni dentro di me.
Capisci perché ami.
Cosa sarebbe il sole senza la tua luce?
Che cosa sarebbe una fotografia senza il tuo viso?
La mia vita è maledetta.
Ho provato a stare da solo, ma non funziona.
Prego Dio che non finisca mai.
Che il tuo fuoco mi accechi in eterno.
Mi manchi e conto ogni secondo.
Senza la tua grazia morirei.

PHOSPHOR – FOSFORO

Arriva! Arriva la fine del mondo!
Svegliatevi! L’avete causata voi stessi.
Vedete, corpo e capelli annegate nel sangue caldo.
Ascoltate la tempesta di fuoco
che vi canta una canzone d’addio!
Andremo giù insieme.
Scenderemo tra le fiamme insieme.
Fosforo. Brucerete.
Fosforo. Meritate di bruciare.
Arriva! Arriva il Giudizio finale!
Vi sputo in faccia.
Vi getto braci roventi addosso.
Piangete? Siete così pieni di voi stessi!
Avete confidato in Dio,
ma presto tutto ciò che resterà della gloria
sarà cenere e polvere.

KEIN MITLEID – NESSUNA PIETA’

Le tue mani sono sporche.
Sei gettato nel sudiciume.
Ti stanno salendo le lacrime.
Alzati e asciugale!
Cerchi di respirare, ma è difficile.
Ogni pensiero nasce morto
e il tuo sguardo è così vuoto.
Sospetti e percepisci di non essere nulla.
Non c’è posto per te in paradiso.
Chiedi con un gemito misericordia.
Finito il tempo, ti dispiace per tutto.
Dov’è il tuo Dio, maestoso e potente?
Quando verrà il suo regno freddo e lucente
inizierai a pregare e resterai in silenzio.
Nessuna pietà! No!
Le tue labbra sanguinano
e sei fradicio di sudore.
Stai impazzendo. Il tuo volto è pallido.
Cerchi di pensare, ma sei totalmente sconvolto.
Ogni promessa importante per te
ora non vale più nulla.
Pensi che le cose cambieranno
e vuoi che questa follia finisca?
Chiedi con un gemito misericordia.
Sei dispiaciuto per tutto.
Preghi Dio,
ma Dio non ha né tempo, né pietà.
Non ha tempo per te.
Sospetti e senti.
Sospetti e non senti niente.
Sospetti e senti.
Sospetti di non sentire più nulla.

KINDER DER NACHT – FIGLI DELLA NOTTE

Sentite le fredde braci che ardono nella vostra anima?
Sentite il potere cupo che vi separa dalla vita?
Siamo l’oscuro desiderio.
Nel grembo della solitudine,
siamo l’ultima luce prima dell’infinito.
Siamo i figli della notte.
Risvegliati dalle ombre e dall’oscurità,
sentite il sangue nero che vi scorre nelle vene?
Sentite il gelido desiderio che scende nel vostro cuore?
Siamo il potere nero e il seme del buio
e abbiamo stretto un patto eterno.

VERGISSMEINNICHT – NONTISCORDAREDIME’*

Il tuo cuore batte sull’orlo dell’abisso
e la notte avvolge le tue ultime parole.
Così crudele e insensibile,
il destino ti strappa via da me.
Ti lascerò andare. Devo liberarmi,
perché la nostalgia mi afferra.
Perdonami! Resta con me!
Ti ho detto “Non ti scordare di me!”
Ti donerò un’ultima luce nel dirti addio.
Un nontiscordardimé.
Il tuo sguardo si perde nella rossa notte
e mi allontano con le ultime forze.
Così crudele e santa,
giaci davanti a me. E’ finita.
Ti lascerò andare. Devo liberarmi,
perché la nostalgia mi afferra.
Questa volta sarà per sempre,
ma anche questa ferita guarirà.
Ti lascerò andare. Devo liberarmi,
perché il destino ci afferra.

Note: *(Fiore simbolo di amore profondo e fedeltà)

FREISTURZ – CADUTA LIBERA

Il tuo fuoco brucia nel profondo di me.
La tua luce mi brilla sulla testa.
La tua volontà è adatta a me
e non mi serve la libertà.
Vieni a mostrarmi ciò che è importante per te!
Riportami a casa!
Saremo per sempre liberi.
Cadiamo così in profondità.
Infinitamente liberi,
in compagnia degli angeli.
Saremo per sempre liberi.
Cadiamo giù.
Le ali di piombo.
Il tempo degli déi è finito.
Saremo per sempre liberi.
Per sempre.
Ora e per sempre.

WIE TIEF? – QUANTO IN PROFONDITA’?

Non c’è libertà negli occhi spenti.
La verità mi parla.
Nessuna pietà per la codardia.
La fredda misericordia mi conduce verso la luce.
Tutte le mie esitazioni e i miei pensieri.
Tutti gli anni inutilmente gettati via.
Credo di percepirlo.
Striscio in giro e rovisto
alla ricerca di chi ero una volta,
ma non è rimasto niente.
Odio imprecare.
Sono perso in questa ricerca.
Soltanto tu puoi liberarmi dall’angoscia.
Quant’è profonda la morte?
Quant’è infinita l’eternità?
Quanto è profondo questo sogno?
Riuscirai a svegliarti?
Nessuna sapienza mi porta a credere
nel desiderio che mi brucia dentro.
Anime nere in un’era glaciale senza fine.
L’accesa speranza ci confonde la vista.
Tutti i miei desideri e le mie preghiere.
L’ultima occasione insensatamente perduta.
Mi gratto fino a sanguinare
e cerco il bene nel nulla.
Soltanto tu puoi liberarmi da questo vortice.
Mi senti? Svegliati!
Mi sto trascinando verso di te in profondità.
Ti cerco. Ti chiamo.
Quando ti sveglierai?

EISKALT ERWISCHT – STRETTO NEL GHIACCIO

Ogni notte mi immergo nel buio della fredda città.
Il desiderio e la brama ci guidano.
Ci caliamo nel presente.
Nel vortice del peccato col massimo impegno.
L’ardente desiderio viene ripagato in sofferenza,
ancora ed ancora.
Il piacere mi fa cadere a terra,
ancora ed ancora.
Mi allisci il piumaggio.
Mi fiuti e mi dai la caccia.
Mi stringi nel ghiaccio.
Ti invoco e ti maledico.
Mi afferri e mi stringi.
Mi stringi nel ghiaccio.
Ogni notte ti strappo con soddisfazione
il tuo freddo cuore dal petto.
Il desiderio e la brama ci guidano
e la realtà ci fa a pezzi.
Saremo per sempre schiavi del vortice del peccato.
L’ardente desiderio viene ripagato in sofferenza.

Lascia un commento