Agonia

EREMOPHOBIA – EREMOFOBIA*

Sono bloccato sulle sponde della vita
con la costante paura che mi porto dentro.
Non lasciarmi qui da solo!
Ho perso tutti tranne te
e nel silenzio s’impone l’agonia.
Lo vedo.
La luce nei tuoi occhi sta morendo.
Lo sento.
Stai diventando più debole ogni giorno che passa.
Ho paura del giorno
in cui lascerai questo mondo
e la solitudine riuscirà a schiantare
la mia mente stanca e fragile.
Ho assistito alla nostra speranza che appassiva
e ho osservato la caducità delle nostre vite.
Non posso affrontarlo,
ma non ho un altro posto dove andare
e ricaccio in gola le parole d’addio.
No! Non posso arrendermi!
Nel silenzio s’impone l’agonia.
Tremi dal dolore,
esausta e svuotata.
Rapita dalla disperazione,
la fine è vicina.

Note: *(Paura patologica della solitudine)

LED ASTRAY – SVIATI

La pioggia oscura il sole
e questi giorni bui ci disorientano.
L’oscurità ingoia quelli che amiamo.
E tuttavia sprechiamo i nostri anni
alla ricerca di coloro che stiamo per perdere.
Trascorriamo vite intere in attesa degli addii definitivi
e i cuori pieni di dolore sono sviati
da paure che non possiamo sopportare.
La paura continua a mutare in nuovi affetti
e, privata della speranza,
ogni vita successivamente
giungerà alla sua fine.

GHOSTLIKE EXISTENCE – ESISTENZA SIMILE A QUELLA DI UN FANTASMA

Per quanto riesca a ricordare
sono sempre stato l’aria gelida che hai respirato.
Nessuno sentirà e nessuno vedrà
la mia esistenza simile a quella di un fantasma.
Sono colui che vive tra le ombre.
La disperazione che soffoca.
Isolamento sociale.
Dormo da solo e mi sveglio da solo.
Isolamento sociale.
Vivo da solo e morirò da solo.
Perso nelle depressioni della vita
sono profondamente solo.
Nessuno conoscerà e nessuno percepirà
la mia esistenza simile a quella di un fantasma.
Sono colui che vive tra le ombre.
La disperazione che soffoca.

FAR OFF INNOCENCE – LONTANI DALL’INNOCENZA

Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato,
ma ho continuato a mentire a me stesso.
Cosa era reale? Cosa non lo era?
Che importa ormai?
Un amore fantasma.
Promesse inutili.
Il desiderio che controllava il caos.
Ho quasi perso tutto per vivere in te.
Non mi sono mai davvero fidato di te
e ora non mi fido più nemmeno di me stesso.
Dai la colpa a me!
Distruggimi con la tua cosiddetta “perfezione”!
Fai finta di essere così fottutamente innocente.
Basta con le scuse patetiche!
Cerca di essere onesta per una volta!
Siamo entrambi lontani dall’innocenza.
Eccoci qui, troppo distanti dall’innocenza!
Non possiamo tornare indietro
e le nostre vite non possono essere riconciliate.

WALK THROUGH HELL – ATTRAVERSARE L’INFERNO

Le ferite bruciano sulla tua pelle
e sei incappato nella peggiore delle tue paure.
Con le ali spezzate ti sei opposto
alla tempesta che ti ha fatto avvicinare.
A volte mi sembra di essere sul punto di arrendermi
a causa di queste infamanti ferite
che non guariranno mai.
A volte mi sembra di essere sul punto di rassegnarmi
e che il peggio debba ancora venire.
Schernito dalla perfezione
e maltrattato dalla fiducia,
ancora ed ancora,
volta dopo volta,
ti alzi e poi cadi.
Lacerato dalla speranza
e sviato dai sogni,
ancora ed ancora,
volta dopo volta,
attraversi l’inferno.
Tradito dal desiderio
e ingannato dall’amore.
La fiducia che provavi non esiste più
e ciò che temevi si è avverato.
Una vita intera non è stata sufficiente
a farti superare gli anni bui.
Un eone termina qui.

LONGING FOR SLEEP – DESIDERARE IL SONNO

Un’altra vita è finita.
Il dolore si riveste del tuo nome
e non sai sopportare il senso di perdita.
Così tanto è cambiato
da quando la pioggia mi si è abbattuta addosso.
Sto perdendo la voglia di vivere.
Non riesco a dormire tra queste pareti
dove sono solo.
Non riesco a dormire con questi ricordi.
Desidero il sonno per placare la sofferenza.
Per annullarla soltanto un momento.
Non voglio più guardare il mondo attraverso le lacrime.

THE RUINS OF ME – LE MIE ROVINE

Sono vuoto!
Nascondo il dolore dietro un sorriso
e tengo lontani i miei segreti dal mondo.
Invecchierò in compagnia dell’afflizione.
Prova a guardare in questi occhi scuri!
Dopo anni di fatica l’energia non dimora più in me.
Cammina tra le mie rovine!
Guarda la disperazione che ho trattenuto!
Di me non resta nulla.
Soltanto le mie rovine
e io sono vuoto.
Non so illuminare il cielo buio
di questo mondo in cui sono stato abbandonato.
Non riesco a sentire il calore del sole
perché nel profondo sto morendo.
Non posso mostrare le mie debolezze.
Non posso versare queste lacrime amare.
Sto affondando sempre di più.

TEAR STAINED HEART – CUORE IN LACRIME

In definitiva non ho mai imparato
a vivere senza il fallimento.
Non ho mai imparato ad essere
qualcuno a cui vale la pena appoggiarsi.
Il mio cuore è in lacrime.
E’ onesto, ma pesante da portare con sé.
Eppure preferisco soffrire per la tua ultima carezza
che dimenticare quei giorni.
Un cuore in lacrime.
Non so vivere senza di esso,
ma a causa sua non sono mai abbastanza.
Ancora una volta l’abbraccio della vita
si è rivelato l’ennesimo sentiero senza uscita.
Entra nel mio cuore in lacrime!
Prova il mio stesso dolore!
Ti rivedrai in me.
Hai preso la maggior parte di ciò che ero
e odio quello che sono diventato.
Sono spezzato.
Non ho più nulla da offrire.
Niente.

SILENT HOURS – ORE SILENZIOSE

Bevi per dimenticare questa stagione spaventosa.
Ancora un bicchiere e il dolore scemerà.
Anneghi le tue penose emozioni
e le nascondi dagli sguardi preoccupati.
Ma quando il giorno arriverà all’epilogo
le ore silenziose ti feriranno peggio che mai.
Quando il giorno sarà finito
le ore di solitudine ti estenueranno,
finché non avrai più forze.
La lama del rasoio nella tua mano
non riflette alcun domani.
Accecato dalle lacrime,
lascerai la tua sofferenza a chi hai di più caro.
Aspira il silenzio col tuo ultimo respiro!
Nei miei sogni piove ventiquattr’ore su sette giorni
e la tua figura è ancora lì ferma.
Ogni notte il sogno si ripete,
ma non riuscirò a raggiungerti
prima di vederti affondare.

DROWN – ANNEGARE

Lascia che il mio cuore si raffreddi!
Rispetta la mia decadenza!
Annega il dolore! Annegalo!
Senza il sole ho paura per ciò che diventerò.
Con cosa riempirò questo vuoto?
Lascia che anneghi dove non ho più paura!
Brinda al nulla!
Le ferite guariranno con un veleno così dolce.
Lascia che discenda in un mare
in cui non provare più dolore!
Lascia che discenda in un mare
dove l’oscurità sappia nascondere la sofferenza!
Legato alle ferite che mi porto dentro,
quanto scenderò in profondità?
Annega il dolore! Annegalo!

 

Testi richiesti da V. G.

Lascia un commento