Minus exitus

MINUS EXITUS – DI UNA MORTE INFERIORE

Non capisco chi siamo.
Non capisco cosa siamo.
Non capisco chi siamo.
Non capisco dove siamo.
Questo mondo è cresciuto su vecchie convinzioni,
per cui il progresso significa decadimento.
La morte è una diva suadente
e domani è come ieri.
Morire per una nuova realtà.
Chi l’ha venduta a quelli che dormono?
La morte di una persona non è più una tragedia.
Le statistiche la fanno da padrone.
Abbiamo cercato per secoli il dolore e la colpa
e nessuno è in grado di capire che la vita necessita della morte
in un mondo così instabile.
Nessun nuovo credo.
Si riscrive la storia.
Come potremmo farcela se non ci sono sogni
che ci insegnino cosa provare?
Come potrebbe riuscirci questo mondo
se soltanto la morte decide quando credere nella vita?
Lo senti?
Lo capisci?
Puoi esserlo?
Per cosa morirai se l’assenza si riallinea?
Per l’estasi ci vuole ben altro!
Nella morte si trova la vita divina.
Le risposte mortali e l’albero dell’umanità
si prosciugano sotto la pioggia dorata.
Integrità. Mancanza di identità.
Custodisci ciò che non è stato detto!
Mi senti?
Mentre corriamo, il nostro spirito supera la linea del tempo.
Lasciamo l’organico e tocchiamo l’esistenza immateriale.

BLACK SEPTEMBER – SETTEMBRE NERO

Sono l’oscurità nascente.
Una stella che ha baciato il cielo.
Fedelmente consumo le vostre facoltà
con una menzogna iniettata.
Seppellitemi e vi seppellirò.
Contro ogni probabilità è ciò che farò.
E’ evidente, ma siete giunti qui appellandovi a bugie imperialiste.
Il tuono sanguina su un cielo porpora.
Portatemi dai figli che piangono!
I vostri cuori affettuosi sono pieni di semi.
I bambini agonizzanti stanno impazzendo.
Accadrà oggi o accadrà domani?
Sarà qualunque cosa diciate,
perché sembra così realistico credere che guarirò.
No! Sono il vostro Settembre nero.
Lacrime ipocrite di tempi disonesti.
Padre, falsifica i colori!
Li ho sostenuti ogni giorno.
Il sangue scuro grida ai dollari,
con la vita e la pace aggiungerei.
Sento che mi parlano.
Volti impauriti sono tutto ciò che vedo.
Nessuno si arrampica sull’albero d’oro
e mi dispiace per tutto ciò che non possiamo essere.

OUTSIDE THE INSIDE – L’INTERNO FUORI

La realtà ha convinto gli incerti
che proclamare la pace sia un’espressione moderna.
Arrendersi a qualcosa di reale, ma silenzioso,
è il sistema migliore che abbiamo imparato.
Non c’è dubbio. Sono pronto a cadere.
Hanno modellato questo mondo per un me stesso informe
e dubito di essere pronto a invocare un tipo di vita
di cui ha bisogno la società.
Reazione. Riflesso di falsi valori.
Le mie azioni. Attrattive.
Ho scelto una vita oltre un muro.
No! Sono di nuovo qui.
Perché la vostra esteriorità dà forma alla mia interiorità
e ogni giorno arrivo a capire che il mondo che amate
è un nemico sorridente.
Non so perché vi ho seguito
senza chiedere dove saremmo andati,
ma credo che sia troppo difficile e insensato
farlo in un mondo che non conosco.
So che è tempo di ricordare.
Le morali secolari sono impossibili.
So che è il momento per tutti noi,
ma trovarne il senso è così prevedibile.
Negazione. Relazione.
Non ho mai saputo quale fosse la causa.
Nessun menù di azioni.
Non sono mai arrivato a quel declino.
La vita non ha significato
e nessuna azione è preferibile ad un’altra.

THE DYING ART OF RECREATION – L’ARTE AL TRAMONTO DEL DIVERTIMENTO

Nell’uomo non c’è pace,
quindi devo avvertirti di non padroneggiare la vita senza terapie
oppure la tua lingua biforcuta parlerà per te.
Fai attenzione quando combatti i mostri!
Fai attenzione, prima di diventare uno di loro!
Nell’uomo non c’è amore,
quindi devo avvertirti di non affermare la tua vita senza risultati
o le loro voci ti mentiranno.
Fai attenzione quando combatti i mostri!
Fai attenzione, prima di diventare uno di loro!
Non importa quanto sia sbagliata
e non importa la durata.
Nella vita si conosce soltanto la sconfitta.
Non importa quanto sia sbagliata
e non importa la durata.
Nella vita si sa che non c’è una strada.
Nell’uomo non c’è anima,
quindi mi avete avvisato di ricreare una mia figura unica
per mostrare a questo mondo chi non è come voi.
Fai attenzione quando combatti i demoni!
Fai attenzione, prima di diventare uno di loro!
Non è per l’ira che questo mondo uccide, ma per divertimento.
Non è per il dolore che questo mondo uccide, ma per divertimento.
Non è per l’odio che questo mondo uccide, ma per divertimento.
(La radice di ogni male vive nel cuore dell’uomo).

EXIT WOUNDS – FORI D’USCITA

Le tue parole mi hanno colpito come un martello a caduta, puttana!
Mi hanno tagliato in due
e mi hanno messo in ginocchio a causa tua.
Tu, mostro! In realtà i nostri conflitti mi hanno reso debole.
Tu, mostro! C’è il piacere dell’inganno in tutto ciò che cerchi.
Quando cadi le tue ferite ricorrono a te
e hai bisogno di far del male per sentirti libero.
Subito!
Chi poteva sapere in cosa mi sarei cacciato?
I demoni ritornano da te.
Una caduta appena accennata
o un bisogno impotente e incestuoso di tamponare la nostra razza?
Liberi sono coloro che possono scegliere
e sai che non abbiamo nulla da perdere.
Seguimi nella disperazione!
Ho scelto te per rivelare i miei fori d’uscita.
La falsità ha realizzato la mia armonia
e vorrei che guarissi queste ferite urlanti.
I miei fori d’uscita.

SEVEN – SETTE

Cerco di essere un dio moderno che si attiene all’onestà.
Cerco di essere un dio moderno che vive con dignità.
Eppure ancora c’è questa spina dolorosa.
Gli errori morali sono innati
e in qualche modo li conosco tutti.
Oh, che sensazione di cui occuparsi!
So che i tuoi sette peccati hanno bisogno di sette alleati.
Oh, che sensazione di cui occuparsi!
So che i tuoi sette dèi hanno bisogno di sette bugie in più.
Sette bugie.
Non posso essere un dio moderno se vivo sulle ginocchia sanguinanti.
Non posso essere un dio moderno senza una liberazione divina.
La mia anima mi sembra così irreale e lacerata.
Gli errori mortali sono innati
e in qualche modo li conosco tutti.
So che la mancanza di regole governa gli dèi e tutti gli altri
e che il vostro Cielo non sa che cosa ho passato.
La virtù per secoli.
Hanno cominciato a chiudere il cerchio,
dichiarando che il dubbio è un peccato,
ma non ho mai voluto ciò di cui non avevo bisogno.
Indico la vostra debolezza per confermare le mie certezze
e inizio a capire che peccare è una parte del nostro essere umani.

NO WAY HOME – NON SI TORNA A CASA

Fratelli e sorelle, trovate la vostra strada verso casa!
Fratelli e sorelle, mi sento così solo.
Fratelli e sorelle, non sapete perché mi sento così?
Voglio farvi sapere che ancora provo qualcosa.
Voglio farvi sapere che ancora credo.
Ovunque andrò so che avrò dei desideri.
Qualunque cosa sappia è il mio mondo che brucia.
Non sentitevi mai liberi di andare dove vorrei!
Non sentitevi mai liberi di cantare questa canzone!
Fratelli e sorelle, vi amo (e vi odio).
Fratelli e sorelle, ho bisogno di andarmene.
Fratelli e sorelle, non capite che la vita lo dimostrerà?

COLD – FREDDO

Tutto ciò che mi serve per essere libero
è il tempo di considerare quello che in me sta morendo.
Un me vuoto.
Un me triste.
E’ il momento di pensare alla serenità.
Una tentazione fatale e sono vicino ad arrendermi.
Stanno per derivarne dolorose conclusioni.
Mi accorgo di non provare niente.
Il mio cuore guarirà mai?
Non lo voglio.
Non lo sento.
Nel mondo che conoscevo non avevo bisogno del peccato.
La debolezza. Le battaglie e le scuse.
I giorni sono così vuoti, irrazionali e pieni di dolore.
Non lo voglio.
Non mi serve.
Perso in un mondo che sanguina sempre,
muoio di nuovo.
Più ci provo e più divento freddo dentro
e ogni giorno cado sempre più in basso.
Sono congelato interiormente.
Tutti i sentimenti sono svaniti
e ogni giorno mi striscia più in profondità.
Mi sveglio agitato.
Compio atti nevrotici di ogni tipo.
Non sento ciò che dovrei sentire.
Il mio sangue è freddo.
Ho perduto ciò che lo rendeva reale.
Non lo voglio.
No! Non mi serve.
Sono perso in un mondo a cui non mi sono mai imposto.
Il destino. Le battaglie e le scuse
hanno reso questi giorni vuoti, irrazionali e pieni di dolore.
Non lo voglio.
Non mi serve.
Sono perso in un mondo che ti inganna in continuazione.
D’ora in poi non sarò più il tuo futuro.
Non sono il tuo futuro!

LIFE FOR BLOOD – VITA PER IL SANGUE

Portati via tutto!
Chi è responsabile degli errori?
Litigi e ostentazione sono diventati una tua abitudine,
ma vorrei che sapessi che il rimedio c’è già.
E’ l’ennesima caduta di menti meschine.
Non esiste una verità.
Perché tutto deve risultare falso?
Soltanto per esserne degni?
No! Vaffanculo ai tuoi giorni migliori!
Faremo ciò che serve per ristrutturare queste pareti pericolanti.
Perché tutto deve risultare falso?
Per scoprire per cosa ci battiamo?
Voglio vita in cambio del sangue.
Sto invocando il mio nemico.
Voglio vita in cambio del sangue.
E’ questo che emerge dalla nostra industria.
Nessuna direzione chiara può portare a un affetto pieno d’amarezza.
Qualunque cosa la musica richieda,
ripensa ai tuoi tipici comportamenti!
E’ sempre la stessa cosa: il profitto uccide l’arte.
Siamo così fragili e patetici da seguire questa regola?
C’è ancora una verità dietro questo imperscrutabile sipario?
Non esiste una verità dietro a queste imperscrutabili bugie?

THE ECHOES DISCIPLINE – LA DISCIPLINA DEGLI ECHI

Le promesse e un cuore amorevole
hanno fallito nel seguire una semplice richiesta.
Qualcosa dice di essere andato in pezzi.
Non ho mai espresso il perché ti sentissi così inutile.
Sai che non sarai mai come me
e sai che io non sarò mai come te.
I cuori abbandonati hanno un motivo per mandare giù.
Sto riferendomi a quelli che soffrono.
Intrappolato in questi cerchi di dolore
non sarai mai in linea con le tue necessità.
L’hai sempre voluto così intensamente,
ma chi sei?
Perché stiamo già vivendo il sogno che abbiamo perseguito.
Gli echi tornano ad essere stabili.
I risultati rimangono gli stessi.
Vuoi uscirne, ma non si può.
Il tuo mondo è fottutamente irraggiungibile.
Il tuo mondo è un milione di miglia lontano.

Lascia un commento