This is the sound

AVALANCHE – VALANGA

Blocca il tuo dolore!
Non ci vorrà molto.
Prendimi per mano e ascolta la mia voce!
Questo è ciò che siamo.
Placa la tua paura! Elevati!
Sdraiati accanto a me e chiudi gli occhi!
Ricoprimi di neve! Congelami fino alla morte!
Per sempre dormirò in questo letto tra le montagne.
Le stagioni passeranno, ma io rimarrò qui,
completamente nuda
e riposerò in pace.

BLACK MOON – LUNA NERA

Osserva i segni che adornano il cielo!
Nonostante la paura nei vostri occhi,
spero nel sorgere del sole.
I cuori battono veloci quando la luna diventa nera
e gli alberi assorbono il fuoco dal cielo sanguinante.
Le stelle si spengono e il sole si nasconde.
Tutti i cuori battono quando la luna diventa nera.
Fino alla vetta. Fino alla luna.
Saremo spazzati via. E’ la fine!
Ascoltateli urlare alla luna!
Oh, la Terra esisterà ancora?
E’ la fine!
Avverrà con il ghiaccio o con il fuoco.
Le lacrime si asciugheranno nella speranza del divino.
I cuori battono veloci.
La luna diventa nera.

CHALLENGE – SFIDA

Il momento è vicino.
Seguo gli echi che recitano per me.
Leggo i segni nel cielo
e seguo le orme che i nemici mi hanno lasciato.
Questo è il suono. Lasciamelo ascoltare! Emettilo più forte!
Sfidami fino alla morte, con i piedi ben piantati per terra!
Come potremmo amare i demoni che abbiamo dentro,
senza urlare, senza acconsentire, senza opporci?
Sfidami fino alle prime luci dell’alba,
con le mani legate dietro la schiena!
So che ti farò inginocchiare alla fine,
fino a supplicarmi misericordia.
Non nego che tu sia un essere vuoto
e che io non veda l’ora di abbatterti.
Soddisfa i miei occhi col tuo dolore
e nutri il mio cuore antico, ma ancora così vendicativo!
Questo è il suono di te che cadi a terra.
Questo è il suono. Emettilo più forte!

HULLABALLOO – CLAMORE

Una volta ero un pilastro nel terreno.
Il mio sguardo nel cielo non aveva fine
e le nuvole piangevano ininterrottamente,
dando il via a un’eterna inondazione.
Un clamore!
Dolore, terrore e paura.
Che cosa mi hanno fatto?
Ero una statua fredda come pietra e dal cuore di metallo.
Ma mi hanno stregato con l’amore e l’odio.
Col timore e le lacrime. Con l’agonia e il rimorso.
Ora vado in pezzi. Mi sgretolo in sabbia.
Acque senza fine. Mi arrendo,
ora che la mia vetta diventa spiaggia
e che per sempre ne sarò sommersa.

SIX DAYS – SEI GIORNI

Nel primo giorno del nulla,
la luna gli disse di partire
o egli sarebbe stato punito
con fiamme di ghiaccio.
Nel secondo giorno del nulla,
il sole lo implorò di andarsene
o avrebbe dovuto abbracciarlo
e bruciarlo nel profondo della carne.
Nel terzo giorno del nulla,
i pianeti gridarono con rabbia.
Si sarebbero uniti e lo avrebbero arso nel fuoco.
Nel quarto giorno del nulla,
il diavolo lo salutò.
Stringendosi a tutti gli déi che conosceva,
il gioco poteva cominciare.
Nel quinto giorno del nulla,
la sua pelle iniziò a dissolversi
e sentì che la pioggia cadeva,
nonostante il cielo fosse terso.
Il mondo stava scomparendo.
Rimanevano soltanto schegge di pietra
e un uomo pieno di fede, che ancora non si era arreso.
L’universo inghiottì ogni singola cosa che egli amava
e i pianeti non comprendevano perché lui perseverasse.
Aggrappati a un frammento della tua sanità mentale!
Prosegui! Vai avanti e vivi in piena coscienza eternamente!
Nel sesto giorno del nulla, la salvezza venne annunciata
e riecheggiò intensa nella sua testa, in modo che solo lui potesse ascoltare.
Un enorme vuoto lo circondava
e la punizione era sospesa.
Tutto ciò che egli poté domandarsi fu:
perché non ho rinunciato?

THE HERMIT – L’EREMITA

Anima solitaria, dove sei stato?
Un antico muro di pietra impedisce il cammino,
incombendo sul placido focolare di un vecchio uomo,
da sempre solo, in attesa dell’ignoto.
Vòlgo!
Egli vi ha voltato le spalle.
Vòlgo!
Vi ha sottratto la sua solenne anima.
Non vi ha mai considerato, né vi ha mai amato.
Freddo e stanco, l’eremita è morto.
Un incendio impetuoso invade il cammino
e custodisce le ceneri del suo rifugio,
in eterno solitario. La sua casa per sempre.

WATER – ACQUA

Profumo di acquazzone sulla terra. Essenza di vita.
Folklore dell’acqua.
Armonioso ticchettare della pioggia.
Un divino silenzio si sostituisce alla tempesta.
L’oceano serico si divide dal sole,
che chiude il suo occhio cieco
e dimentica che siamo in guerra.
La bellezza distoglie l’attenzione da ciò che è reale.
Sola. Mi sento sola.

FIRE, WIND AND EARTH – FUOCO, VENTO E TERRA

Arriva la tempesta!
Il fuoco era la mia fede.
La terra era la mia verità.
Aria, mi hai dato la vita
e noi quattro abbiamo creato il mondo.
Ora loro mi soffocano. Mi intralciano
e, mentre io appassisco e avvizzisco,
essi diventano più forti.
Le fiamme bruciano nella notte.
Il terreno sotto di me si spacca.
Sono torturata dal vento.
Velocemente la tempesta accoglie la mia ira
e scatena le mie onde.
Fuoco, vento e terra.
Fiamme che riuscirò a sommergere.
Terra che potrò confinare.
Aria, ti farò gridare.
Ora sono sola. Si sono rivoltati contro di me.
Ora mi danno la caccia e mi scherniscono.
Sono vecchia e stanca e presto non ci sarò più.
Adesso è inverno e sto morendo.
Adesso fa più freddo e sto congelando.

REBELS – RIBELLI

Il sole tramonta.
La luce della luna chiama alle armi nelle ore notturne.
Fronteggia la vergogna!
Domina il mondo!
Non posso negarlo.
Vorrei essere il tuo giullare.
Vorrei attendere che le nostre guide
brucino sulle pire vacanti.
Venite! Alimentate le fiamme
nel fumo della paura dei cieli che ci crollano addosso!
Subito dopo correte sulla terra brulla, tutti voi
e pregate di lasciare l’utopia!
Questa ingannevole utopia.
Il sole tramonta.
La luce della luna chiama alle armi nelle ore notturne.
Poi la corsa, sanguinando finché fa male.
Non vi ostacoleremo, ma vi libereremo.
Vorrei attendere che le nostre guide
brucino sulle pire vacanti.
Venite! Alimentate le fiamme
nel fumo della paura dei cieli che ci crollano addosso!
Subito dopo correte sulla terra brulla, tutti voi
e pregate di lasciare l’utopia!
Questa ingannevole utopia.
Il sole tramonta.
La luce della luna chiama alle armi nelle ore notturne.

UNDER THE OAK TREE… – SOTTO LA QUERCIA…

Sotto la quercia giace il corpo del mio migliore amico.
Sotto la quercia una parte di me è morta.
Tu amavi il bagliore del sole.
Adoravi il letto di neve in inverno.
La tua innocenza era così pura.
Vorrei avere ancora del tempo per noi.
Dove sei andato?
Avrei dovuto saperlo.
Sotto la quercia c’è la casa del mio migliore amico.
Sotto la quercia egli giace tutto solo.
Spero tu abbia capito tutte le cose che volevo farti sapere,
ma che non sono mai stata in grado di comunicarti.
Pensavo che saresti stato mio per sempre.
Pensavo che avremmo avuto tempo per noi.
Una volta ho capito che la fine era vicina.
Una volta l’ho visto nei tuoi occhi.
Ho dovuto lasciarti andare.

… HIGH ABOVE THESE CROWNS – …PIU’ IN ALTO DI QUESTE CHIOME

Bacio il terreno di cui ora fai parte.
Sento ancora che chiami il mio nome.
Che il tuo spirito possa volare più in alto di queste chiome!
Che il tuo respiro muti nel vento che mi bisbiglia!
Ti lascerò andare.

STARCRUSHER – DISTRUTTRICE DI STELLE

Ecco, guardate! La polvere magica! Correte!
Farà a pezzi le nostre case.
Il ruggito dei tuoni e dei fulmini
cerca di stordirla, ma inutilmente.
(Ostinata!)
Ostinata tra le stelle che si schiantano,
sta arrivando per dare la caccia ai nostri sogni.
La sua polvere adombrerà i cieli
e avvelenerà la nostra terra.
State attenti alla polvere magica! Correte!
Farà a pezzi le nostre case.
Devasterà il cielo notturno.

HEDONIA – EDONIA

Rosse sono le stelle di un firmamento morente.
I corvi si affrettano nel cielo per sfuggire alla morte.
Ogni cosa perde i suoi colori e si accascia per spegnersi.
Anch’io mi arrendo e cado addormentata presso una torbida palude.
La luna sembra così triste.
Un tempo era luminosa, ma ora sta morendo.
Dove un tempo c’era la mia casa, mi aspettano solo ceneri.
Tutti gli alberi sono stati inghiottiti dalla terra
e il fumo sale verso il cielo.
Sognatore insonne. Vedi ancora la luce?
Senti ancora il sole sul tuo viso?
Le ombre strisciano lungo le valli.
Dove un tempo c’era vita, ora non rimane che silenzio.
Le nubi digrignano i denti.
Il caos domina i cieli.
Sole, smetti di sognare!
La luna sembra così triste.
I cieli, un tempo pieni di tonalità, stanno appassendo.
Sognatore, la fine è vicina!
Il giorno e la notte sono cupi.
Ogni cosa perde i suoi colori e si accascia per spegnersi.
Ogni cosa diventa grigia e tetra
nel desiderio e nella volontà di morire.
E’ rossa l’ultima stella.
E’ rossa, ma presto tutte saranno nere.
Edonia, osserva come la fine sia vicina!
Le stelle scintillanti si stanno affievolendo.

REDEMPTION – REDENZIONE

Dimmi della brughiera!
Ho sentito che quel che dicono è vero.
Cancella ogni parte di te. Fa dimenticare tutto.
Portami nella brughiera dove i ricordi svaniscono
e ricomincerò da capo!
Cammina con me lungo questo sentiero pieno di rimorsi,
finché ci riuscirò!
Dimenticherò tutto il dolore fino al calar della notte.
Dimenticherò tutto quello che mi tormenta fino all’alba.
Conducimi nella brughiera dove potrò sentirmi
come fossi appena nata!
Il crepuscolo mi attirerà dentro e mi farà ottenere una nuova aurora.
Non c’è dubbio. Sto crollando.
Mi arrenderò. Rinuncerò.
Portami là! Portami nella brughiera! Verso la fine.
Ritornerò ad essere innocente?
Dimenticherò ogni singolo giorno?

Lascia un commento