Solitary

SHADOWS BREAK – LE OMBRE SI SPEZZANO

Oltre la gravità e il destino
le ombre si spezzano,
ma non abbiate paura!
Il crepuscolo ora ci abbraccia
e nel mezzo tra le due realtà
nulla ci può fare del male.
Scaricatevi del vostro peso!
Lasciate perdere giusto o sbagliato!
Una mente serena in unità.
Un’anima per sempre libera.
Nessun peso.
Ne giusto, né sbagliato.
Serenità in unità.
Per sempre liberi.

UNDER FIRE – SOTTO ATTACCO

Sotto la superficie, ma fuori portata.
Nessun luogo in cui nascondersi alla ricerca della pace.
Cieli neri. Il calore che brucia.
Nessun rimpianto.
Lasciatemi sanguinare!
Il mondo collassa
e ti rende debole in una tela di inganni.
Per sempre morti. Mai vivi.
Lascia andare le cose rotte!
Reagisci per te stesso!
Ti daranno del bugiardo
e non sarai più loro amico.
La tua anima sarà lacerata
e ti sentirai scosso fin nel cuore.
Verrai escluso, come fossi un peso per il mondo.
Amico mio, non camminerai mai da solo!
Sotto attacco.
Dobbiamo morire per rinascere,
ma risorgeremo dalle ceneri più forti di prima.
Non c’è futuro con le catene del passato.
Liberatene e abbatti tutti i ponti!
Attraversa il fuoco senza paura!
Le illusioni svaniranno come vento spazzato via
e una tempesta che cresce.
Ti daranno del traditore,
usando parole come coltelli
e ti incolperanno per le fiamme che hanno dentro.
Vogliono farti sentire piccolo per potersi esaltare,
ma tu non sei fragile. Sei forte.
Ti daranno del traditore,
usando parole come coltelli
e ti incolperanno per le fiamme che hanno dentro.
Vogliono farti sentire piccolo per potersi esaltare,
ma tu diventerai fuoco e incendierai il mondo.
Svegliati interiormente! Ridefinisciti!
Proprio come il fuoco, bruciamo per sopravvivere.

GRAIN OF SAND – GRANELLI DI SABBIA

Benvenuto nella Zona Grigia!
Sono sveglia.
Queste notti infinite non si esauriscono
e le mattine arrivano troppo presto.
Il tuo dolore è la mia priorità,
quindi non sento il mio.
Come potrei trovare pace
se sono stata cresciuta per combattere?
Quasi sempre lo afferro tra le mani
e mi scivola via.
Mi prenderò la colpa in eterno.
Apro gli occhi.
Basta aggrapparsi al tuo dolore!
Ricomincio per l’ennesima volta.
Tra le mani ho un impero di granelli di sabbia.
Voglio esistere.
Ho bisogno di far parlare la mia mente.
Domani rimpiangerò soltanto le parole che non ho detto.
Quando tutte le stelle saranno cadute,
che cosa servirà guardare verso il cielo?
Non sono rimaste. Se ne sono andate
e tu sei restato solo in mezzo alla folla.
La tua vita è in pausa.
Non resta niente da controllare.
Lascia perdere!
Non rinunciare! (Non rinuncerò).
Non ti arrendere! (Non mi arrenderò).
Basta nascondersi dietro la paura!
Basta segreti e basta vergogna!
Benvenuto nella Zona Grigia!
Sono sola.
A volte, tra il nero e il bianco,
è difficile distinguere giusto da sbagliato.
Quando non c’è più nulla da perdere,
chiudo gli occhi e respiro.
Lascia che le stelle cadano!
Lascia che gli imperi brucino!
Abbatterò le pareti che mi fanno da gabbia.

1000 LUCI – MIGLIAIA DI LUCI

Migliaia di luci. Non c’è riposo per gli irrequieti.
Migliaia di luci. Non c’è riposo nelle notti agitate.
Avvicinarsi a te.
Fare un altro tentativo,
un altro giorno e in modo diverso.
Soltanto un’altra sfumatura di grigio.
Non c’è luogo dove starti lontana,
dall’altra parte per sempre.
In lontananza vedo migliaia di luci.
Sdraiati un momento!
Voglio riposare. Rimani!
Migliaia di luci. Non c’è riposo per gli irrequieti.
Per un momento mettiti nei miei panni!
Senti la terra sotto i miei piedi
e guarda attraverso i miei occhi!
Migliaia di luci. Non c’è riposo nelle notti agitate.
Sono sempre in fuga
e il mio mondo è finito.
Ciò che avevo me lo sono lasciato alle spalle
nel tentativo di sopravvivere.
Me ne sono andata,
non credendo di poter arrivare lontano.
Tornare nell’ignoto
sembra quasi di tornare a casa.
Persa tra gli sguardi,
ma non importa a nessuno
e niente di ciò che posso dire o fare
cambierebbe il tuo punto di vista.
Un nome è soltanto un numero.
E’ mia la colpa?
Quante volte ho vagato nel silenzio del disprezzo?
Non chiedermi il perché!
Non dirmi dove andare!
Non so come sono finita qui,
presa dalla risacca. Sotto lo zero.
Oh, ombra dormiente!
La vita taglia in profondità.
Più abbiamo e meno ce ne importa.
Migliaia di luci.
Per un istante chiudo gli occhi.
Mi sento viva. Non mi limito a sopravvivere.
Migliaia di luci. Riposo nelle notti agitate.
Sotto pressione fin nelle ossa,
in busti distorti e vuoti gusci distrutti.
La voce della ragione si è svegliata.
E’ una minaccia o una risorsa?
La lezione è chiara.
Percepisco l’aria.
Migliaia di luci. Non c’è più fiato da risparmiare.
La tua casa è sacra, ma io non ho fede.
Nessun riposo, da nessuna parte.
Mai. Niente.
Tu sorgi e io cado.

EYES OVER BLACK – OCCHI SUL NERO

Dimmi! Credi nella sofferenza?
Siamo qui a osservare,
ma non c’è niente da vedere.
Scivoliamo nella pazzia.
Stiamo perdendo tempo?
Un altro giorno simile a sabbia.
Ogni secondo procede verso il nulla.
Quest’eredità svanisce.
Aggiungerò un altro ricordo al mio diario.
La falsa poesia di una mente spezzata.
La riflessione è un peso.
Ti consuma. E’ vorace.
Non mi preoccupo.
Non mi importa.
Non c’è nulla da lasciarsi alle spalle.
C’è una parte di me,
proprio sotto la mia pelle,
che respira fuoco e vive all’inferno.
Ti prego, rendimi cieca!
Gli occhi sul nero.
La vergogna alla fiamme.
La bocca piena di cenere,
abbandonata alla sfiducia.
L’ombra di una bugia.
Non fa differenza, giusto o sbagliato.
Ho bisogno di liberarmi dalla stretta della disperazione.
Riposerò nell’oscurità fino al silenzio.
Uscirò dal mio riparo
e lascerò che la pioggia batta sul mio dolore.
Mi farò abbracciare dall’acqua
e annegherò fino ad esserne spazzata via.
C’è una parte di me,
intrappolata sotto la mia pelle,
che respira fuoco e vive all’inferno.
Ti prego, rendimi cieca!

OUTSHINE – OSCURATA

Tutto il sangue sui nostri volti
e le lacrime nelle nostre vene.
La gravità ci ha soffocato insieme alle nostre grida d’aiuto.
Ci riuniremo nel buio.
Emergeremo dalle rovine della tua luce.
Oscurata, riverso la mia ombra su di voi.
Sono la voce strozzata della vostra creazione
e riecheggio negli spazi vuoti.
Quando chiuderò gli occhi,
il mondo morirà.
Sono ancora qui, prigioniera delle tenebre
e oltre volo via.
Mi guardo intorno.
Non c’è niente, a parte la volontà di sopravvivere.
L’oscurità che hai dentro stringe con forza
ed è sempre al tuo fianco.
La tua ombra sparirà,
ma la verità si presenterà col dolore.
Sono nate le catene di una generazione.
Spine di rabbia gridano sotto la tua pelle.
Si diventa i mostri della propria creazione.
Le fiamme in cenere.
Accogliamo il gelo a braccia aperte!
Alleati del buio, oscuriamoci!

SOLITARY – SOLITARIA

Osso su osso, il tuo dolore è soltanto un avvertimento.
Il futuro si trasforma in storia.
Quale tipo di disperazione hai scelto?
Non c’è ordine senza caos.
Senza paura e ribelle,
sotto i cieli che crollano apro gli occhi.
Nell’ignoto cammino da sola.
Solitaria.
Viva. Pura. Completa.
Mi sono liberata delle mie scuse e delle false necessità.
Che il peso della resistenza possa cadere e lasciarmi libera!
Ho il fuoco negli occhi e ho capito.
Niente, nessun luogo e nessun tempo
sarà più come era prima.
Sanguina dalle ferite e assaggia la paura!
Non lasciare che questo momento svanisca!
La solitudine è per i coraggiosi e tu lo sei.
Non prendermi per mano!
Lo capirai. Niente è per sempre.
Non prenderti la colpa
e non vivere nella vergogna per essere ciò che sei!
La spina dorsale.
Lasciami in pace!
Non c’è possibilità di rinascita.
Nella mia zona di conforto non dovrò auto-negarmi.
Nemico nella mia anima, che il tuo canto sia silenzioso!
Mi distacco dal tuo controllo.
Fuoco solitario.
Ho il fuoco negli occhi e ho capito.
Non devo andare da nessuna parte.
Devo soltanto perdermi per poi riapparire.
Nell’ignoto. Viva.
Ora guardami!
Ti mostrerò come!
Non trattenere il respiro mentre discendiamo!
Ce ne andremo da soli.

STRANGERS – ESTRANEI

Al rallentatore, più denso di un sogno.
Ancora un passo. Non si torna indietro.
Addio!
E’ il modo con cui si aggrappiamo alla nostra realtà.
Guardiamo, ma non vediamo.
Con le bocche spalancate, fissiamo e non gridiamo.
Siamo soltanto mediocrità nel sogno di qualcun altro.
Mi mordo le labbra e mi guardo intorno.
Ci sarebbe tanto da dire sul silenzio,
ma non c’è abbastanza da ascoltare.
Ho cominciato qualcosa di nuovo
e l’ho terminato allo stesso modo,
ma i tempi sono cambiati e lo sono anch’io.
Ci ho provato.
Oh mio Dio se ci ho provato!
Quante volte ci ho provato con impegno!
Ma non posso rifiutare di essere chi sono.
Vi dico addio e non tornerò più.
Non voglio più vivere questa vita.
Devo disfarmi della mia realtà.
Per qualche ragione questi giorni non hanno senso,
ma il dovere nasconde le urla che ho dentro.
Miserabili notti a soffocare.
Questa verità è composta di bugie.
Per sempre dannata, aspetto il mio momento,
ma quel momento non arriva mai.
Ci ho provato.
Quante volte ci ho provato!
Ma non posso rifiutare di essere chi sono.
Vi dico addio e non tornerò.
Domani a quest’ora io e la mia ombra non ci saremo più
e diventeremo estranei di passaggio.
Al rallentatore.
Ti prego, svegliami da questo sogno!
La verità ancora non è stata detta.
Benvenuti nella mia realtà!

RUNNING OUT OF TIME – ESAURIRE IL TEMPO

State ponendo domande al mondo nell’occhio del ciclone?
Un altro giorno e l’ennesima ragione per arrendersi.
Ancora tentiamo di capire questo vuoto che condividiamo.
Creiamo qualcosa da nulla, domani o oggi!
Sono stanca di sognare attraverso la sofferenza e la speranza.
Una velocità massima ha fissato il caos nell’ignoto.
Dimmi come è cominciato e quando finirà!
Potremo separarci dalle ombre e staccarci dall’odio?
Sotto i colpi dello spirito del tempo spariremo.
Senza alcuna resistenza ci dissolveremo nell’aria.
Cerco di attenermi alla ragione quando parlo,
ma se state cercando delle risposte,
io non ho ciò che cercate.
Esauriremo il tempo per combattere?
Uscitene vivi!
Trovate la spinta a sopravvivere!
Esauriremo le nostre vite prima di morire?
Amici miei, questa è la fine?
Oggi cadremo. Moriremo domani.
E’ venuto per noi il momento di decidere.
Resisteremo come una cosa sola?
Ci opporremo alla paura che abbiamo dentro?
Accecati dall’inganno
e in preda alla confusione e alle menzogne,
affondiamo nella viscosità del piacere.
Ciò che cerchiamo oggi
è ciò che saremo domani.
Coraggio anziché paura.
Non aspettatevi che scompaia da sola.
Battetevi! Non rinunciate!
Opponetevi!

 

 

Testi richiesta da F.M.F.

Lascia un commento